Monte Carlo
Lifestyle

A Monaco di Monte Carlo il glamour si fa green

Monte Carlo, nota anche come Munte Carlo in lingua monegasca, è il cuore del Principato di Monaco, ovvero di una delle città-stato più piccole del mondo, rappresentando la seconda meno estesa in assoluto dopo la Città del Vaticano. L’estensione totale del Principato è, infatti, di 2,02 km². Il piccolo stato però è molto noto in tutto il mondo per il suo casinò, per le sue dimore extra-lusso e per ospitare il celebre Gran Premio di Formula 1 su un circuito disegnato direttamente sulle strade cittadine. Qui si trovano anche le residenze di alcuni dei personaggi più celebri del jet-set internazionale: Monaco di Monte Carlo è famosa anche per il suo regime fiscale piuttosto agevolato. Questi elementi rendono la città-stato sulla Costa Azzurra una capitale del lusso e del glamour a livello internazionale.

 

Green is the new glam

L’idea di lusso a Monaco di Monte Carlo si è molto evoluta negli ultimi tempi. La famiglia regnante, la dinastia Ranieri di Monaco, da qualche anno ha deciso di investire moltissimo sulla sostenibilità e sul rispetto ambientale. Il Principe Alberto II di Monaco ha firmato, infatti, un progetto che mira alla riduzione delle emissioni del gas serra del regno del 55% entro l’anno 2030. Si procederà quindi riducendo circa 1.200 tonnellate di CO2 ogni anno. Sempre su questa linea, anche la moda nel Principato è diventato green. Recentemente, la Chambre monégasque de la mode ha sottoscritto il patto nazionale per la transizione energetica stilato dal governo, da Annabelle Jaeger-Seydoux, responsabile per la transizione energetica.

L’iniziativa della Chambre Monégasque de la Mode

La Chambre Monégasque de la Mode farà una valutazione completa della quantità di carbone consumato ogni anno, in modo tale da stimare con precisione le emissioni di gas serra di questo settore, col fine di ridurre l’impatto delle produzioni. Si lavora molto anche sui materiali, optando per le alternative più eco-sostenibili, migliorando anche la gestione e lo stoccaggio dei rifiuti. Si agirà anche sull’ottimizzazione dell’illuminazione e degli impianti di climatizzazione nei luoghi di lavoro.

 

Fonte: Pixabay Autore: CandyGuru

 

Monte Carlo Fashion Week Sustainable Contest

In questo contesto, il concorso Monte Carlo Fashion Week Sustainable Contest è giunto alla sua terza edizione. Il contest ha visto la partecipazione attiva di moltissimi designer specializzati in moda ecosostenibile. La Monte Carlo Fashion Week investe sempre più su etica e sostenibilità, proponendo una nuova concezione di stile e di qualità. L’evento ha goduto anche dell’Alto Patrocino della Principessa Charlène di Monaco.

 

Eventi e gala

Durante la Monte Carlo Fashion Week si seguono sfilate, contest, serate di gala ed eventi di ogni tipo per promuovere la creatività consapevole e sostenibile. Tutte le location più prestigiose del Principato ospitano eventi particolari. Uno di questo è il casinò Monte Carlo Société des Bains de Mer, uno dei luoghi più in vista della città. Le attività proposte all’interno del casinò sono molteplici, si va dagli spettacoli alla più raffinata gastronomia. Da tempo anche il mondo del gioco si sta occupando della causa ambientale con diverse iniziative e raccolte di fondi a tema. La cosa riguarda anche le piattaforme da gioco online come PokerStars, che più volte ha organizzato tornei e eventi in questa prestigiosa sala da gioco. Tra gli altri siti che ospitano eventi durante la Fashion Week troviamo anche la Salle Garnier dell’Opera, locale storico nelle vicinanze del casino.

 

Una moda sostenibile a tutto campo

Nell’ultima edizione della manifestazione si è riflettuto molto sul ruolo della cultura della moda e sono stati assegnati vari premi, come l’Educational Award, andato a Polimoda. Il Made in Monaco Award è stato invece assegnato al brand locale Crisoni, per il suo impegno nella diffusione del Made in Monaco nell’industria della moda. La salvaguardia dell’ambiente è stato il tema cardine dell’evento, ma non è stato l’unico. Si è parlato di sostenibilità sotto vari punti di vista. Anche il lavoro deve essere sostenibile: fondamentale che la moda si occupi di assicurare i diritti dei lavoratori, soprattutto se questi lavorano in paesi extra-europei. Un altro tema molto trattato è stato quello della parità di genere, proponendo un superamento degli stereotipi e dei ruoli di genere, puntando sempre di più su abiti genderless. Il mondo della moda vuole distinguersi sempre più per consapevolezza e senso di responsabilità.

monte carlo

Fonte: Pixabay Autore: Hans

 

Foto di copertina: Julius_Silver

Leggi anche:

ALBERO DI NATALE SWAROVSKI 2022 IN GALLERIA A MILANO

In ricordo di Frank Williams, fondatore dell’omonima scuderia di Formula 1

LeBron James: il ritiro solo dopo un ultimo record

 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *