Archivio

A Sant’Omero il teatro è comico

Nella cittadina in provincia di Teramo, dal 31 agosto al 4 settembre, torna il Festival del Teatro comico. Tra gli artisti più attesi, il clown americano Jango Edwards e l’italiana Cinzia Leone Ci sarà anche lui a Sant’Omero, in provincia di Teramo, per il Festival del Teatro Comico. Lui è Jango Edwards, il performer americano che meglio di ogni altro ha saputo attualizzare l’immagine un po’ stantia del clown, inserendolo in pieno nel contesto dello spettacolo contemporaneo. Nato con il teatro di strada, fulminato sulla via dai pagliacci felliniani, Edwards sa mimare, ballare, fare giochi di prestigio e di equilibrismo. Nei suoi spettacoli, da solo o accompagnato, il pubblico diventa sempre e invariabilmente protagonista; talvolta consapevolmente, talaltra no. Sempre comunque «vittima» di questo scherzoso carnefice del cattivo umore. Sappiano, coloro che occuperanno i primi posti, cosa li attende…
L’artista americano – è nato a Detroit 55 anni fa – sarà la vedette del festival giunto alla diciassettesima edizione, organizzato dal piccolo centro di sant’Omero con la Provincia di Teramo, la Regione Abruzzo e il contributo di un istituto di credito locale. Tre le sezioni nelle quali sono stati organizzati gli interventi degli artisti che si susseguiranno sul palco allestito in piazza Dauri dal 31 agosto al 4 settembre. Oltre ai nomi nuovi e agli emergenti, lo spazio delle Faccecomiche promette risate – insieme con il già citato spettacolo di Edwards, in programma per sabato 3 – con gli spagnoli Yllana, che si producono in racconti truculenti presi dal quotidiano e filtrati con humour; la loro performance è attesa in apertura, mercoledì 31 agosto. Gli farà seguito l’argentino Nanny Cagorno, anche lui portatore di un solido bagaglio di esperienze maturate sulla strada, interprete di un cabaret dai forti accenti surreali. Venerdì toccherà a Laura Herts, statunitense come Edwards ma nata a Baltimora, che gigioneggia con il mito di Jimi Hendrix nel suo Electric lazy land.
La chiusura della rassegna – domenica 4 settembre – sarà tutta italiana, con l’esibizione di Cinzia Leone, accompagnata da Fabio Mureddu. L’attrice romana torna in scena dopo il successo del suo precedente monologo, Rodimenti, riportando a galla l’impasto di nevrosi, falsi miti e vere «bufale» che costellano il vivere metropolitano, con la minaccia incombente dei reality televisivi e gli elettrodomestici che sembrano vivere di vita propria, riproducendo tutti i vizi dei loro padroni. Si incontra così il cellulare che fa l’esibizionista, l’automobile egocentrica, la lavatrice taciturna e l’aspirapolvere che… se la tira.
Dopo gli spettacoli dal vivo, che hanno inizio alle 21, nottambuli e cinefili potranno assistere a una rassegna cinematografica che si propone di indagare – senza falsi pudori – sulla situazione del comico in questi tempi tragici. Tra i temi toccati, il terrorismo, con lo statunitense Team America, le nuove povertà con il film tedesco Schultze vuole suonare il blues, il mondo del lavoro con Fratella e Sorello, ultima fatica di Sergio Citti. Informazioni e prevendita per tutti gli spettacoli presso il Comune di Sant’Omero al numero 0861 88098, oppure cliccando qui.
Nella foto, Jango Edwards

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!