Regno Unito India
News

Accordi Regno Unito-India: investimenti militari e cooperazione commerciale anti Russia

Venerdì il primo ministro britannico Boris Johnson è volato in India per rafforzare i rapporti bilaterali

Durante la visita in India il premier del Regno Unito Boris Johnson ha incontrato la controparte indiana Narendra Modi per intensificare la cooperazione commerciale e di difesa militare. L’India acquista dalla Russia la metà dei propri armamenti e Johnson spera di ridurre questo rapporto.

È chiaro che l’intenzione di Londra sia quella di cercare di portare New Delhi dalla parte dell’occidente sulla questione russa. Infatti, l’India non ha votato la risoluzione dell’ONU per condannare l’invasione della Russia in Ucraina e non ha mai imposto sanzioni perché i legami, soprattutto commerciali, con Mosca sono solidi.

Johnson ha affermato che il Regno Unito fornirà all’India aerei da combattimento, per ridurre le importazioni di equipaggiamento militare dalla Russia. L’India ora ha un mix di caccia russi, britannici e francesi.

L’incontro in India

“È essenziale che le democrazie e gli amici restino uniti mentre si affrontano minacce alla nostra pace e prosperità da parte di Stati autocratici“, ha affermato Johnson. “Il mondo deve affrontare crescenti minacce da parte di stati autocratici che cercano di minare la democrazia, soffocare il commercio libero ed equo e calpestare la sovranità”, ha aggiunto.

“Il primo ministro Johnson ha condiviso la sua prospettiva al riguardo, il primo ministro Modi ha condiviso la nostra, ovvero che la guerra Russia-Ucraina dovrebbe finire immediatamente“, ha detto ai giornalisti Harsh Vardhan Shringla. “Non c’è stata alcuna pressione di alcun tipo”. Johnson è conscio della suscettibilità dell’ex colonia durante gli incontri ufficiali e, dunque, non vuole imporre la propria visione. “La posizione sulla Russia che gli indiani hanno storicamente è ben nota. Non la cambieranno”.

L’incontro tra i due premier è servito anche per portare avanti gli accordi di libero scambio. Come riporta Reuters, il commercio il tra Regno Unito e l’India, il secondo paese più popoloso del mondo con quasi 1,4 miliardi di persone, nel 2019 valeva 23 miliardi di sterline, molto inferiore al commercio con alcune economie molto più piccole come l’Irlanda. Gli accordi consentirebbero di aumentare l’export indiano di riso e tessuti.

 

Leggi anche:

Le forze speciali inglesi a Kiev per addestrare i soldati ucraini. Negato l’ingresso in Russia a Boris Johnson

Biden: la guerra durerà per tutto il 2022, ora nuove armi più potenti all’Ucraina

Il piano di Boris Johnson per fermare Putin in sei mosse: una chiamata alla comunità internazionale

 

Editor: Lorenzo Bossola

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.