Grace Mirabelle
Moda

Addio a Grace Mirabella, l’editor in chief di Vogue America negli anni Settanta e Ottanta

Si è spenta all’età di 91 anni Grace Mirabella, editor in Chief di Vogue America dal 1971 al 1988

Grace Mirabella ha lavorato da Vogue per 36 anni, metà dei quali come caporedattore. Ha diretto la Bibbia della moda dopo Diana Vreeland e prima di Anna Wintour. Due personalità forti ed eccentriche, che tuttavia non hanno oscurato l’importanza del suo lavoro. Sotto la direzione di Grace Mirabella, infatti, Vogue è passato in quindici anni da 400.000 a 1 milione e 250 mila copie di tiratura, diventando punto di riferimento nell’industria della moda.

Grace ha guidato Vogue attraverso un momento cruciale della storia americana – emancipazione, libertà sessuale e diritti vitali e duramente conquistati per le donne – e ha reso quel momento vivo sulle pagine della rivista. Anna Wintour

Prima di lei la Vreeland, visionaria e sui generis, metteva l’accento sull’aspetto creativo, portando le sue lettrici in un mondo lontano dalla realtà. Grace Mirabella, sua assistente per nove anni, prese il suo posto nel 1971 e lo mantenne per 17 anni. Gran lavoratrice con un background di affari e vendita al dettaglio, durante il suo mandato la tiratura del magazine è triplicata. Quando la signora Mirabella è subentrata a Vogue, era in corso una grande rivoluzione nella moda femminile. Le giovani donne americane entravano nel mondo del lavoro e l’esigenza di capi pratici e indossabili era ormai concreta. Con lei la rivista, che divenne mensile, prese una piega più giornalistica, aumentò il numero degli articoli e diete maggior spazio ai temi riguardanti la salute e la bellezza.

Grace Mirabella 1975 Vogue

Il rapporto tra Vogue e Grace Mirabella si interruppe bruscamente dopo 17 anni di collaborazione. Apprese infatti la notizia del suo licenziamento dalla televisione, al suo posto arriverà una giovane Anna Wintour, attualmente direttrice globale della rivista. Grace invece lancerà l’anno dopo, nel 1989, una rivista che prenderà il suo nome e che dirigerà fino al 1994. L’anno successivo viene pubblicato In and Out of Vogue, l’autobiografia che racconta la sua vita e il suo lavoro da Vogue.

Leggi anche:

Reframing History: la sesta edizione di Photo Vogue Festival 2021 vuole riscrive la storia

Vogue Italia, il numero di settembre celebra i nuovi inizi con un omaggio all’arte italiana

Margaret Zhang, la nuova direttrice di Vogue China

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.