afghanistan macron
Attualità

Afghanistan, Macron propone una Safe Zone a Kabul

Il piano Macron in Afghanistan per creare una Safe Zone a Kabul – appoggiato anche da Boris Johnson

Macron propone la creazione di una safe zone gestita dall’ONU per il proseguimento delle operazioni umanitarie in Afghanistan. La proposta, annunciata dal presidente francese al Journal du Dimanche, prevede anche la ricerca di un “dialogo” con i talebani. Questa risoluzione verrà presentata oggi da Francia e Regno Unito al Palazzo di Vetro di New York, dove si riuniranno i cinque membri permanenti del Consiglio di sicurezza. Parigi e Londra – già in prima linea nell’organizzazione del G7 straordinario di martedì scorso – provano a prendere la guida dell’Occidente nella questione afghana.

Afghanistan, Macron: Safe Zone e dialogo con i taleba3ni

La “safe zone” in Afghanistan proposta dal presidente francese Emmanuel Macron verrà attuata a partire dal domani 31 agosto, per permettere ai civili  a rischio di lasciare il paese. Già nei giorni scorsi Parigi aveva annunciato di aver distribuito dei “lasciapassare temporanei” per centinaia di afghani. L’iniziativa di Macron e Johnson si inserisce in un quadro diplomatico più vasto. La Francia infatti,  concorderebbe con il Qatar, che ha ottimi rapporti con i talebani. L’emirato potrebbe aiutare nella mediazione e nell’organizzazione delle operazioni di ponte aereo. N

afghanistan macron

Nella questione è coinvolta anche la Turchia, che sembra aver stabilito un intesa con il Qatar, per la gestione dell’aeroporto di Kabul. Sarebbe una gestione tecnica, che Ankara aveva già posto come condizione settimana scorsa, ma respinta dai talebani. Tutte le truppe turche sono tornate a casa, ma non è escluso che un contingente di polizia militare possa occuparsi di proteggere il personale inviato a Kabul. Inoltre ieri i turchi hanno riaperto l’ambasciata. Il presidente francese ha inoltre dichiarato che si tratterà di un’evacuazioni mirate che non verranno effettuate attraverso l’aeroporto militare di Kabul, ma usufruendo verso l’aeroporto civile della capitale afghana o attraverso i paesi vicini

Macron propone la creazione di una safe zone La lotta al terrorismo

La bolla di sicurezza proposta da Macron e Boris Johnson rischia però di finire sotto il tiro dell’Isis tedesco, perché più difendibile.

“Continuiamo a rimanere impegnati, perché se abbiamo sconfitto il califfato territoriale, la battaglia contro il terrorismo islamista non è terminata

Dichiara il presidente francese in merito ai nuovi attentati dell’ISIS-k. Macron, si pone in maniera determinata e secca anche rispetto alla questione del terrorismo. Annuncia infatti, che assicurando che la Francia rimarrà in Iraq indipendentemente dalle scelte degli alleati, anche quindi con il ritiro definitivo delle forze americane. L’unica  condizione è che gli iracheni continuino a sostenerne la presenza. “Né ingerenza, né interferenza”, ha affermato il presidente francese da Baghdad, dove ha preso parte al vertice sul Medio Oriente alla quale hanno partecipato i diversi Paesi della regione.

afghanistan macron

Leggi anche:

Il vero dramma dell’Afghanistan

Il vero dramma dell’Afghanistan

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.