alaia-avant-alaia
Moda

«Alaïa avant Alaïa», la genesi dello Scultore del corpo

«Alaïa avant Alaïa», tra documenti e foto d’archivio la storia di Azzedine dal 28 gennaio al 24 ottobre 2022 alla Fondazione Alaïa

Fuori dagli schemi e alla costante ricerca di un’idea. Quella di femminilità, dalle sembianze scultoree. La storia del couturier che ha fatto emozionare generazioni di donne con i suoi capi su misura trova posto alla Fondazione Azzedine Alaïa in una gloriosa mostra dedicata a tre decenni della carriera del sarto. «Alaïa avant Alaïa» è una storia unica, costruita da un uomo che ha inventato la sua vita, il suo mondo. E il suo stile ancora oggi acclamato e venerato.

azzedine-alaia-couture
Abito Couture firmato Alaïa

Alaïa, l’amante delle donne

Nato a Tunisi nel 1940, Azzedine parte per Parigi con grandi speranze all’età di diciassette anni. E da creare e confezionare abiti nella sua cucina il couturier nel 1965 apre il primo atelier, un ambiente di 140 metri quadri, in rue de Bellechasse, sulla Rive Gauche. Un melting pot di donne all’avanguardia, ricercatrici di abiti scultorei, cuciti su di loro.

grace-jones-azzedine-alaia
Azzedine Alaia e Grace Jones

I clienti diventano i manichini, e Azzedine stravolge le dinamiche della moda. Mentre Saint Laurent e Pierre Cardin fondando veri e propri marchi con sfilate organizzate in due stagioni, Alaïa è indipendente. Continua ad offrire servizi su appuntamenti e capi fatti a mano su ordinazione. «Sfilo quando sono pronto», diceva sempre. Non c’è fretta nella moda di Azzedine, solamente taglio e fluidità. È così che acquista il soprannome di “scultore del corpo”, completando i propri abiti addosso alle clienti affinché calzassero a puntino.

C’è solo una buona ragione per fare moda: rendere la donna più bella. Se non è così, non ha senso per me creare – Azzedine Alaïa

Alaïa avant Alaïa

E così la Fondazione Azzedine Alaïa terrà dal 28 gennaio al 24 ottobre 2022 la mostra Alaïa  avant Alaïa. Sotto la direzione di Olivier Saillard, abbigliamento, foto, video, e documenti d’archivio formano la genesi di una firma. La storia di uno dei più grandi couturier, capace di resistere al cangiante gusto delle epoche, restando oggi uno dei grandi della moda. Dai formativi anni ’50 ai ruggenti ’80, gli anni d’oro per il maestro che iniziò ad espandersi nel mainstream sotto l’ala di figure del calibro di Thierry Mugler e Carla Sozzani, la soeur italiana.

azzedine-alaia-atelier
Azzedine nel suo atelier

Dai pezzi commissionati da Simone Zerhfuss e Louise de Vilmorin alle pellicce realizzate per “Place de la Madeleine”. Dal prototipo dell’abito Mondrian di Yves Saint Laurent al cappotto realizzato per Greta Garbo, passando per i primi abiti con zip per Arletty nei primi anni Settanta, le etichette dipinte a mano da Christoph von Weyhe, la pelle traforata, la pelle con borchie e la mussola di Alaïa.

Il futuro per la maison

E anche senza il suo fondatore la maison continua a prosperare. Proprio l’8 dicembre uscirà la nuova collezione firmata Pieter Mulier, amico di vecchia data del nuovo direttore creativo di Bottega Veneta Matthieu Blazy. Fuori calendario, dunque in linea con gli ideali del maestro Azzedine, Mulier ha già dato prova di saper parlare Alaïa per la primavera 2022. Una sfilata come tour guidato, attraverso l’ABC del marchio: le cappe eleganti e le maglie body-con, le camicie bianche e le cinture a corsetto, il denim costruttivista e il flou iridescente.

mulier-runway
Alaïa sotto la guida di Mulier

Ma non finisce qua. La Fondazione Azzedine Alaïa collabora con Rizzoli per la pubblicazione nella primavera del 2022 di un libro dedicato al maestro della Couture. Colmo di documenti, testi e interviste inedite tutto sotto la direzione del giornalista e autore Laurence Benaïm, e ovviamente sotti la direzione artistica di Carla Sozzani, la sorella acquisita di Azzedine.

 

Leggi anche:

Chi è Pieter Mulier, il nuovo direttore artistico Alaïa

The Way We Are la mostra-manifesto di Emporio Armani all’Armani/Silos

La classifica dei brand moda più visti in novembre nell’Enciclopedia della Moda

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *