variante omicron g7
NEWS

Allarme variante Omicron, G7: “Altamente trasmissibile, serve intervento urgente”

La variante Omicron fa paura: il G7 di ieri ha reso evidente il necessario impegno comune

Variante Omicron: il G7 si è riunito ieri d’urgenza per prendere decisioni comuni contro la nuova e contagiosa variante del Covid-19 arrivata dal Sudafrica. I Ministri della Salute delle sette superpotenze (Francia, Italia, Regno Unito, Germania, Stati Uniti, Canada e Giappone) hanno sottolineato la necessità di agire rapidamente e insieme per tenere sotto controllo l’emergenza.

In un comunicato si legge che “la variante Omicron è altamente trasmissibile“, dunque è necessario un “intervento urgente” tra Paesi. “La comunità globale – così continua – si trova di fronte alla minaccia di una nuova variante Covid molto contagiosa, che richiede un’azione tempestiva”.

I Ministri si sono trovati d’accordo nel riconoscere “l’importanza strategica di garantire l’accesso ai vaccini“. Sarà fondamentale portare avanti impegni di donazioni e affrontare la disinformazione sui vaccini e la ricerca.

variante omicron g7

Variante Omicron: il G7 si congratula con il Sudafrica

In Sudafrica si temeva che il vertice G7 si sarebbe incentrato su nuove chiusure alle frontiere. Ma non è andata così. Il Ministro italiano Roberto Speranza ha sottolineato che «l’identificazione della nuova variante in Sudafrica conferma l’urgenza di far vaccinare i Paesi più fragili». «Non basta donare le dosi – ha poi continuato – ma serve essere certi che i vaccini vengano effettivamente somministrati. E in questo ci sarà bisogno del coordinamento tra Onu e Oms».

Nella dichiarazione finale si legge che “i Ministri hanno elogiato il lavoro esemplare dell’Africa Meridionale sia nell’individuare la variante sia nell’avvertire gli altri Paesi”. Il sostegno della rete internazionale di sorveglianza è quindi stato molto apprezzato dalle sette superpotenze.

Variante Omicron G7: 33 casi in Ue

Il Centro europeo per il controllo delle malattie ha dichiarato che ad oggi sono 33 i casi confermati della variante nell’area Ue. Questi si sono registrati in otto Paesi: Belgio, Danimarca, Germania, Repubblica Ceca, Olanda, Italia, Austria, Portogallo, Svezia e Spagna.

L’Oms però rassicura. “Ad oggi non si sono segalati decessi legati alla variante Omicron”, si legge in un comunicato. La commissaria Ue alla Salute, Stella Kyriakides, ha scritto su Twitter che “dobbiamo continuare ad agire velocemente per accrescere gli sforzi delle vaccinazioni e aumentare la nostra protezione, indossando la mascherina e mantenendo il distanziamento sociale”.

I Ministri del G7 hanno preso l’impegno di condividere le informazioni con trasparenza e di incontrarsi nuovamente a dicembre.

 

Leggi anche:

Oms: rischio Omicron “molto elevato”. Oggi vertice G7 straordinario a Londra

Vaccino Omicron: Moderna annuncia un vaccino contro la nuova variante per il 2022

Franco Locatelli: quarta dose da non escludere per rischio varianti, ma è cauto sull’emergenza Omicron

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *