Andrea Costa il sottosegretario alla Salute dice basta alle quarantene per i vaccinati
News

Andrea Costa: “Diamo uno scenario diverso per coloro che hanno rispettato le regole”

Sì AI TAMPONI RAPIDI PER LE QUARANTENE. LA SCUOLA? DEVE RIMANERE APERTA, MENTRE LA DAD PER I NO VAX

Andrea Costa il Sottosegretario di Stato alla Salute, vuole offrire uno scenario differente per coloro che fino ad ora hanno rispettato le regole, rispettando in maniera fedele le restrizioni.

ANDREA COSTA: DOBBIAMO INIZIARE A CONVIVERE CON IL VIRUS

Andrea Costa mette nuove carte in tavola e nuove semplificazioni che per lui dovremmo iniziare ad adottare per affrontare la pandemia. Il Sottosegretario alla salute dice, quindi, stop alle quarantene per gli asintomatici vaccinati, stop alla chiusura delle scuole anche nei Comuni in zona rossa. L’obiettivo è quello di cercare di convivere con il virus in modo diverso. Stop, anche, ai tamponi per gli asintomatici:

“Non è che tutti i giorni bisogna misurarsi la febbre per capire se si ha l’influenza. Il termometro si usa solo se non ci si sente bene”

COSTA: STOP ALLE QUARANTENE PER I VACCINATI

Tra gli obiettivi di Andrea Costa c’è quello di abolire la quarantena per le persone che si sono immunizzate:

“Se vogliamo la convivenza con il virus dobbiamo poter circolare liberamente, con le dovute cautele e cioè con l’uso delle mascherine. Lo stesso Fauci ha detto che tutti incontreremo Omicron prima o poi. Ma nel nostro Paese ci sono 47 milioni di italiani vaccinati, molti dei quali, se incontrano il virus non se ne accorgono neppure o hanno sintomi lievi. A tutti coloro che hanno rispettato in maniera fedele restrizioni e regole dobbiamo offrire uno scenario diverso. E’ una questione di responsabilità e di credibilità”

Il Sottosegretario alla Salute sostiene che appena entriamo in una fase endemica la quarantena deve ridursi, oppure rischiamo che il Paesi si blocchi. Anche l’Istituto Superiore di Sanità conferma che i vaccinati, come riporta Costa, hanno un rischio minimo di finire in ospedale. La pressione ospedaliera cresce, quindi, a causa di quelli non vaccinati:

“Per scelta e per colpa loro si rischia un lockdown di fatto”

TAMPONI FAI DA TE PER INIZIO E FINE QUARANTENA: L’OPZIONE MERITA DI ESSERE VALUTATA

L’Emilia-Romagna parte oggi 17 gennaio con gli autotesting. Le persone (vaccinate) potranno entrare o finire la quarantena semplicemente con un tampone fai da te a domicilio, caricato poi sulla piattaforma della Regione:

“L’iniziativa dell’Emilia Romagna che ha introdotto l’autotesting con tampone rapido casalingo per chi ha fatto due dosi merita di essere approfondita. Bisogna valutare la possibilità di estenderla a tutto il territorio nazionale, perché alleggerisce il carico dei servizi sanitari ed è una grande semplificazione per i cittadini”

LA SCUOLA? DEVE RIMANERE APERTA

Andrea Costa vorrebbe mantenere la scuola aperta, visto che il numero dei vaccinati è molto alto. La didattica a distanza deve essere considerata solo per chi non si vuole vaccinare:

“Io sono per tenere in classe tutti coloro che si sono vaccinati. Va bene la didattica a distanza per coloro che volontariamente hanno deciso di non sottoporsi alla vaccinazione ma di fronte ad una platea che per l’80% si è vaccinata, credo che la scuola in presenza debba essere una garanzia a prescindere”

Afferma Costa.

 

LEGGI ANCHE:

Omicron 2, i primi casi in Nord Europa: cosa sappiamo della nuova sotto-variante

Il ministro Speranza a confronto con le Regioni: le possibili modifiche alle regole anti-Covid

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *