multa amazon
Tecnologia

Antitrust, una super multa ad Amazon da oltre 1 miliardo di euro: il colosso statunitense danneggia la concorrenza

Amazon multata per oltre 1 miliardo di euro dall’Antitrust: discrimina chi non utilizza i suoi servizi di logistica

Super multa ad Amazon da Antitrust per abuso di posizione dominante, danneggia la concorrenza e sfavorisce gli altri servizi di logistica di e-commerce. Oltre 1 miliardo di euro è la cifra a cui ammonta la multa per il colosso statunitense.

La multa ad Amazon

L’Antitrust, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha irrogato una sanzione di oltre 1 miliardo di euro ad Amazon. In particolare a tutte le società: Amazon Europe Core, Amazon Service Europe, Amazon, Amazon Italian Services e Amazon Italia Logistica. L’accusa? Violazione dell’art.102 del Trattato sul Funzionamento dell’Unione Europea (TFUE). La multa decisa dall’Antitrust ammonta per precisione a 1.128.596.156,33 euro.

I motivi della multa ad Amazon

La società Amazon, detiene indubbiamente una posizione di assoluta dominanza nel mercato italiano nei servizi di logistica e intermediazione su marketplace e su tutto l’e-commerce. Questo ha favorito una predominanza dei suoi servizi di spedizione, denominati Logistica di Amazon (Fulfillment by Amazon, FBA). Chiunque ha almeno una volta nella vita acquistato online, e se lo ha fatto, sicuramente l’ordine è arrivato a casa tramite un corriere di Amazon Prime: veloce, affidabile, ma che sta rafforzando troppo la propria posizione. La FBA infatti è multata con il motivo di abuso di posizione dominante.

Servizi di logistica Amazon

Accuse all’algoritmo delle ricerche e Amazon

Secondo l’Antitrust, le società che fanno parte del colosso statunitense Amazon, hanno legato l’utilizzo del servizio spedizioni di Amazon, a una serie di vantaggi per ottenere visibilità e migliori prospettive di vendite su Amazon.it. Vantaggi e discriminazioni che sono alla base della multa ad Amazon. Primo fra tutti, è il già citato Prime, che permette di vendere più facilmente e  velocemente, ai consumatori più fedeli. Il tutto è emerso ancor di più a seguito del Black Friday e del Cyber Monday.

La multa arriva dopo il Black Friday, Cyber Monday e Prime Day

Dopo gli appena passati eventi speciali, gestiti soprattutto proprio da Amazon, Black Friday, Cyber Monday e Prime Day, la posizione dominante di Amazon emerge ancora più chiaramente. E per questo l’Antitrust ha irrogato una multa per Amazon. L’etichetta Prime, e quindi chi la possiede, avvantaggia i consumatori durante questi eventi. Secondo l’algoritmo, è più probabile che un venditore che vende tramite Amazon, e non possiede l’etichetta Prime, non venga visualizzato in Vetrina, la prima pagina di Amazon, e venga meno preso in considerazione dai consumatori. Amazon, ha impedito così ai venditori terzi di associare l’etichetta Prime alle loro offerte non gestite con i servizi FBA.

Se non utilizzi i servizi FBA sei fuori

Se sei un venditore terzo, sulla piattaforma Amazon, e non vendi e spedisci tramite FBA, l’algoritmo di Amazon ti penalizza. Amazon infatti sottopone ai venditori non-FBA uno stringente sistema di misurazione delle performance, dove il mancato superamento può portare anche alla sospensione dell’account del venditore. Queste discriminazioni sono la motivazione della multa ad Amazon. Il divario tra il potere di Amazon e quello della concorrenza, di logistica e di venditori, è aumentato in modo esponenziale.

Leggi anche:

Tutta Colpa di Freud: serie tv su Amazon con Claudio Bisio

LOL 2, Chi ride è fuori: svelato il cast della seconda stagione dell’Amazon Original

Diritti tv Serie A, Antitrust apre un’istruttoria sull’accordo Tim-Dazn

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *