Arte

Baal, “Brecht con altri occhi”, al Teatro Franco Parenti

Baal – primo studio Artista sfrenato, cattivo, violento, cinico, parassita e asociale, il protagonista di questa opera è Baal, un sedicente poeta irresistibile alle donne. Ispirandosi a questa favola brechtiana, con Über Baal – Studio einz, Giuseppe Isgrò, presenta la prima tappa di Cantieri Bavaresi, una ricerca collettiva in cui gli attori sono artisti che “non interpretano il mondo ma lo trasformano”, agenti di un cambiamento, che pone chi guarda in una dialettica attiva e non in un semplice godimento estetico. Ispirandosi alla favola brechtiana, con Baal- primo studio, Giuseppe Igrò, presenta la prima tappa di Cantieri Bavaresi, una ricercac collettiva che vuole essere una dichiarazione di stile e volontà espressiva, in cui gli attori inscena sono artisti e “non interpretano il mondo ma lo trasformano”, agenti di un cambiamento, che pone chi guarda in una dialettica attiva e non in un semplice godimento estetico. Cantieri Bavaresi si ispira ai testi, alle opere, e ai documenti legati al lavoro di autori bavaresi che hanno scrittto e operato intensamente per il teatro e per la cultura: Bertolt Brecht, Rainer Werner, Fassbinder, Marieluise Fleisser, Herbert Achternbusch, Werner Herzog, autori che continuano a nutrire la ricerca potetica e la forma teatrale di Phoebe Zeitgeist.

“Brech con altri occhi” è una rassegna di sei titoli pensata per riscoprire la vitalità e la modernità del grande artista tedesco a 60 anni dalla sua scomparsa. In scena opere raramente affrontate, affidate a giovani e coraggiosi registi sensibili alla sperimentazione, che, insieme ad artisti più affermati come Andrea Baracco e più esperti come Carlo Cerciello, presentano messe in scena particolari, tra creazion collettive e work in progress. Al centro, lo spettatore inteso come elemento dinamico e interattivo. E sono proprio quelli dello spettatore gli altri occhi con cui interpretare questi lavori, per addentrarsi in modo nuovo nela grande lezione poetica e politica contenuta nell’opera di Bertolt Brecht.

Teatro Franco Parenti – Sala3 Ore 20.30

 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!