Berlusconi Presidente della Repubblica
NEWS

Berlusconi alle strette: ora deve decidersi

OGGI LA CONVENTION DEL CENTRODESTRA: BERLUSCONI PRENDA UNA DECISIONE

Mancano poche ore all’inizio delle elezioni del nuovo Presidente della Repubblica e Berlusconi deve decidersi. O ha i voti oppure il centrodestra farà un altro nome. Ma il Cavaliere non vuole mollare e pensa ancora al suo sogno quirinalizio, anche se nei dintorni l’aria che tira non è buona. Oggi alle 16 il summit del centrodestra.

BERLUSCONI ALLE STRETTE: MA LUI CI CREDE ANCORA A DIVENTARE PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Oggi è programmata la riunione del centrodestra per prendere una decisione in vista delle elezioni al Quirinale. L’obiettivo è quello di trovare un maggior numero di consensi. Alla convention che molto probabilmente si terrà via zoom, Berlusconi dovrà prendere una decisione. Il Cavaliere o rinuncerà oppure continuerà con i voti in tasca. “Mi prendo altre ore per pensare. Da solo, in pace”. Ha detto ai suoi salutandoli. Sembra che le carte siano state messa in tavola però: quali sono i voti certi, quali abbastanza e quali sul filo del rasoio. Sembra che 505 voti Berlusconi li abbia, ma non ci sono accordi tra gruppi politici. E il rischio è che molti gli girino le spalle all’ultimo.

MATTEO SALVINI: “O DENTRO O FUORI”

Se all’inizio il capo del Carroccio era convinto su Berlusconi al Colle, ora non lo è più e in questi ultimi giorni si è messo nei panni del regista. Attendere è troppo rischioso: o Silvio ha i voti oppure “saremo costretti a fare un altro nome”. Anche se i nomi papabili che arrivano dal centrodestra sono solo delle incognite e chissà se arriverà a una nuova intesa con la quale tutto il centrodestra sia d’accordo. “O dentro o fuori” – aveva detto il leader leghista – “non possiamo arrivare all’inizio delle votazioni in Aula con un quadro ancora incerto”. Altri nomi papabili che sono arrivati da destra sono: Maria Elisabetta Casellati, Letizia Moratti, Marcello Pera… Ma sullo sfondo dei nuovi candidati abbiamo anche Pierferdinando Casini, Mario Draghi e perché no mettiamoci anche un Mattarella bis. Insomma, troppe variabili che rendono difficile eleggere il nuovo presidente.

 

LEGGI ANCHE:

Berlusconi: guai nella candidatura a Presidente della Repubblica, dietrofront degli alleati

Quirinale, Salvini pensa a un piano B: Berlusconi chiarisca i numeri o la Lega farà una nuova proposta

Draghi prossimo Presidente della Repubblica: ma chi sale dopo di lui al governo?

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.