Un immagine dei protagonisti di "ultimo tango a parigi" di bertolucci, in cui l'attrice ha subito una violenza inaccettabile
Cinema

BERTOLUCCI E LA VIOLENZA IN “ULTIMO TANGO A PARIGI”

BERTOLUCCI E LA VIOLENZA IN ULTIMO TANGO A PARIGI

Oggi – all’età di 77 anni – si è spento il Maestro del cinema Bernardo Bertolucci. Il regista italiano ha ricevuto molti premi e diretto film considerati capolavori, ma al di là della luce proiettata dai suoi successi si nasconde un’ombra che offusca una carriera apparentemente perfetta.

Ultimo Tango a Parigi ha nascosto per anni un segreto sconvolgente: la protagonista femminile Maria Schneider non era a conoscenza della scena di sesso anale in cui avrebbe dovuto recitare. Il regista italiano e Marlon Brando avevano deciso quanto sarebbe accaduto senza preoccuparsi di informarla. Nonostante simulato, l’episodio ha sortito l’effetto di un vero e proprio stupro per la ragazza.

L’attrice ha rilasciato diverse dichiarazioni che hanno lasciato intendere la violenza subita. Infatti, la Schneider ha affermato che lacrime versate durante la scena non erano frutto della finzione. Per molti anni l’attrice francese ha raccontato quanto accaduto nel 1972, senza che Bertolucci si pronunciasse a riguardo.

LE DICHIARAZIONI DI BERTOLUCCI

Solo nel 2013, durante un’ intervista, il regista ha ammesso che la scena era stata girata senza il consenso della Schneider. Inoltre ha aggiunto di sentirsi in colpa per l’episodio, per smentirsi poco dopo affermando il contrario.

L’INDIGNAZIONE

L’accadimento, è stato riportato alla luce nel 2016 da un’organizzazione spagnola che, facendo circolare la clip, è riuscita a coinvolgere star di Hollywood come Jessica Chastain e Chris Evans. Grazie al loro contributo e alla cassa di risonanza dei social network, la ferma condanna nei confronti del regista è diventata virale.

LA ULTIME PAROLE DELL’ATTRICE

La protagonista di Ultimo tango a Parigi –  morta nel 2011 a causa di un tumore – poco prima di morire ha dichiarato, che avrebbe dovuto chiamare il suo avvocato sul set per denunciare l’assenza della scena nel copione. Purtroppo la giovane età – all’epoca l’attrice aveva solo 19 anni – le ha impedito di agire in modo corretto ed evitare la violenza.

IL DRAMMA DI UNA DONNA

Ultimo Tango a Parigi racconta il dramma di un uomo, ma in ultima istanza è stata una donna a rimanere ferita. La Schneider non si è mai ripresa dall’episodio ed  è arrivata a tentare il suicidio e ad essere vittima della dipendenza da droghe.

Ai tempi il film, oltre a creare un grande scandalo, è stato accolto come rivoluzionario: il film più erotico di sempre, secondo la grande critica cinematografica del New Yorker, Pauline Kael.

Nella pellicola Brando ha dato forma alle fantasie sessuali di Bertolucci, e nel farlo – dominando una donna più giovane – il suo personaggio usciva dal trauma causatogli dal suicidio della moglie. La donna rappresenta lo strumento della catarsi maschile, e molti critici ci videro una sorta di liberazione, ma senza che nessuno considerasse il prezzo altissimo pagato perché questa fosse ottenuta.

 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!