Bottega Veneta SS20
Moda

BOTTEGA VENETA SS20, L’INEDITO ALLA MFW

“Un approccio immediato e diretto”: questo il corso della collezione Bottega Veneta SS20

La nuova era di Daniel Lee, nel post Tomas Maier, ha inizio con la collezione primavera/estate 2020 Bottega Veneta.

Le sue idee, dopotutto, sono chiare: il giovane stilista di origine britanniche volta le spalle al passato. L’obiettivo è ridefinire un nuovo codice estetico dopo 17 anni di successi firmati dal suo predecessore.

La collezione Spring 2020 sviluppa i codici che stiamo definendo per Bottega Veneta. Siamo concentrati sul processo e la chiarezza: un approccio immediato e diretto”, sostiene Lee.

La concretezza, infatti, pare essere il centro focale di questa collezione. Un progetto ben definito che si rivolge ad un pubblico/clientela sempre più attento alla qualità di ciò che indossa.

Se graficamente, infatti, non ci sono apparenti virtuosismi creativi, la collezione vanta il pregio di finiture di alta sartorialità; un privilegio che si annida in ogni creazione della lussuosa Maison italiana.

Indossare ogni capo di questo defilé, appunto, è un vero lusso. Una mistura di conoscenza progettuale e di filati di alta gamma, che mettono il veto ad orpelli inutili.

La parola chiave, infatti, è essenzialità. Nulla può o deve essere artefatto da futili fronzoli.

La spring/summer 2020 Bottega Veneta gioca con le proporzioni e con le silhouette morbide. Ed è pensata per ogni singolo individuo.

Bottega Veneta parla di individualità, è pensata per te“, scrive Lee.

Nell’epoca in cui tutto è omologato (atteggiamenti, modi di vivere e costumi), andare controcorrente è diventata un’ambizione importante per le case di moda.

La palette di colori è audace, forte ed equilibrata con colori come il nero, il cioccolato, l’arancione, il tapioca, l’oro e il blu che ben si controbilanciano.

Focus anche sui gioielli. Ne alterano la silhouette, intrecciandosi. Il classicismo si contrappone al modernismo con tecniche raffinate: nodo, intreccio e maglia.

Scopri la voce Bottega Veneta sul Dizionario della Moda di MAM-e.it

“L’azienda italiana di pelletteria di lusso nasce nel 1966 a VicenzaBottega Veneta viene fondata da Michele Taddei e da sua moglie Laura Braggion. Dopo aver divorziato da Michele, Laura si risposa con Vittorio Moltedo e resta l’unica proprietaria dell’azienda. La prima bottega viene aperta in una villa restaurata a Montebello Vicentino, casa di alcuni dei più grandi artigiani”

Leggi di più

Leggi anche

Jil Sander alla MFW celebra il minimalismo

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.