adriano celentano
Attualità

Buon compleanno Adriano Celentano, icona del rock! Vita, carriera e curiosità

Il cantante Adriano Celentano detto “Il molleggiato” celebra i suoi 84 anni, da sempre simbolo della musica italiana nel mondo

Il 6 gennaio è il compleanno di  Adriano Celentano, celebre per i suoi enormi successi musicali a livello internazionale. Ripercorriamo insieme la sua vita e la sua carriera, partendo dagli esordi e scoprendo anche gli altri personaggi famosi della famiglia Celentano.

 Gli esordi di Adriano Celentano

Adriano Celentano nasce a Milano, nell’ormai celebre casa paterna in via Gluck il 6 gennaio 1938.

Durante l’adolescenza si appassiona al genere rock and roll grazie alla canzone “Rock Around The Clock”. Decide, quindi, di formare un gruppo musicale con alcuni suoi amici, i Rock Boys, con un repertorio di brani americani a cui il cantante decide di cambiare le parole non sapendo l’inglese. Durante queste esibizioni Celentano conquista il soprannome “Il Molleggiato” a causa del suo insolito modo di ballare.

adriano celentano
Celentano agli esordi

Il grande successo viene raggiunto nell’estate del 1959 grazie al brano “Il tuo bacio è come un rock” con il quale Celentano vince il Festival Adriatico della Canzone di Ancona. Nello stesso anno  il regista Federico Fellini lo vuole ne “La dolce vita” film di incredibile successo in cui Celentano interpreta la sua canzone più famosa.

Il successo di Adriano Celentano

Nel marzo del 1960 viene pubblicato il suo primo 33 giri con due soli inediti “Personality” e “Il mondo gira”. Sempre nel 1960 arriva il grande successo del 45 giri “Impazzivo per te” che resta nelle posizioni più alte della classifica per sei mesi.

A febbraio del 1961 partecipa al Festival di Sanremo. Può partecipare grazie ad una dispensa speciale firmata dal ministro della difesa Giulio Andreotti che lo esonera dall’attività militare. Al Festival, in coppia con Little Tony, presenta “24 mila baci” arrivando secondo.

Il clan Celentano

Dopo i primi tre anni con la casa discografica Jolly nasce in Celentano l’esigenza di lavorare con maggiore autonomia. A causa delle imposizioni che l’etichetta discografica impone al cantante, decide di creare una nuova etichetta discografica, che coinvolga i suoi amici musicisti e che scopra anche nuovi talenti.

Il 1º maggio 1962 viene pubblicata “Stai lontana da me” canzone con cui nasce ufficialmente il Clan Celentano, e con la quale l’artista vince il Cantagiro.

Il successo prosegue con l’incisione di “Pregherò”, versione italiana di “Stand by Me” di Ben E. King. Il lavoro di adattamento all’italiano fu opera di un altro elemento del Clan Celentano, ovvero Don Backy che trasformò completamente il significato originario. È uno dei primi esempi di cover che ottiene più successo dell’originale.

Gli anni ’60 e ’70 di Adriano Celentano, con l’esclusione da Sanremo

Nel 1966 decide di tornare al Festival di Sanremo con “Il ragazzo della via Gluck” che però non riesce a qualificarsi per la serata finale; il brano diventerà in seguito una delle sue canzoni più note che racconta molti particolari dell’infanzia e dell’adolescenza di Celentano, e affronta per la prima volta il tema dell’ecologia e della speculazione edilizia.

Il 1968 è l’anno del tormentone “Azzurro” che si posiziona primo in classifica per quattro settimane. Il 45 giri che la contiene è uno dei rari casi in cui anche la canzone sul lato B è famosissima, “Una carezza in un pugno”.

L’inizio degli anni 70 è segnato da una nuova partecipazione al Festival della Canzone italiana e dal successo di “Un albero di trenta piani”. In questo brano Celentano attacca ancora una volta la speculazione edilizia e l’inquinamento.

Con “Prisencolinensinainciusol”, pubblicato il 3 novembre del 1972, conquista un primato mondiale: il pezzo, scritto in una lingua completamente inventata, viene infatti ritenuto il primo rap italiano ed entra in classifica prima negli Stati Uniti e solo in un secondo momento nella classifica italiana.

La carriera televisiva di Adriano Celentano

In questo periodo decolla la sua carriera di attore, direttore, scrittore, sceneggiatore e interprete come nel caso di “Yuppi du” e “Il bisbetico domato”, lavorando con registi affermati come Dario Argento.

adriano celentano
Celentano in uno dei suoi film

Il 20 ottobre 2005 conduce un nuovo programma televisivo su Rai 1 “Rockpolitik” in compagnia di numerosi ospiti come Roberto Benigni, Eros Ramazzotti, Ligabue, Teo TeocoliValentino Rossi.

Dopo un lungo periodo di attesa, Adriano Celentano torna dal vivo dopo 18 anni all’Arena di Verona con due concerti nel 2012. L’evento si chiama Rock Economy, trasmesso in diretta sulla rete di Mediaset Canale 5. Con una media di oltre 9 milioni di spettatori è diventato uno dei programmi Mediaset più visti del decennio.

I famosi della famiglia Celentano

Oltre al capostipite della famiglia, Adriano, ricordiamo anche gli altri membri famosi.

Abbiamo innanzitutto la moglie, Claudia Mori, una celebre attrice, cantante, produttrice televisiva e musicale che ha accompagnato spesso il marito nei suoi lavori. Ha partecipato con lui anche al Festival di Sanremo, classificandosi in prima posizione con la canzone “Chi non lavora non fa l’amore” e ha ottenuto un enorme successo con il brano “La coppia più bella del mondo”.

adriano celentano
Celentano e la moglie

Inoltre, la figlia minore di Adriano e Claudia, Rosalinda, è una famosa attrice che ha partecipato ad una delle ultime edizioni di “Ballando con le stelle“.

 

Leggi anche: 

Adriano Celentano compleanno, gli 83 anni del supermolleggiato

Celentano si schiera con Grillo e lancia una canzone contro l’astensionismo

Lady Gaga ha plagiato Celentano?

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.