compleanno totò
Spettacolo

Buon compleanno al Principe della Risata: Antonio De Curtis, in arte Totò

Buon compleanno al Principe della Risata: Antonio De Curtis, in arte Totò

Il 15 febbraio 1898 nasceva a Napoli uno degli artisti più importanti della settimana arte nella storia italiana. Una maschera, riserva senza fine di mimica ed espressioni che sono ricordate ancora oggi e che sono state consegnate agli annali. Mam-e.it ricorda il compleanno di Antonio Griffo Focas Flavio Angelo Ducas Comneno Porfirogenito Gagliardi de Curtis di Bisanzio… in arte Totò!

Buon compleanno Totò! Tra miti e parodie, la sua carriera nel cinema

Una maschera intramontabile che, dal cuore di Napoli al Rione Sanità, riuscì a conquistare i cinema ed il cuore di tutti gli italiani. Il nome Totò gli fu affidato dalla madre che fin da subito vide in lui una propensione artistica che era accompagnata da quella sana irrequietezza di chi “ha qualcosa”. E proprio la sua irrequietezza, si dice, fu la causa di quel suo volto così inconfondibile: nel collegio dove studiava venne colpito con uno schiaffo di un precettore, esasperato dal suo carattere, che gli devia il setto nasale; questo episodio determina l’atrofizzazione della parte sinistra del naso, generando quella particolare asimmetria che caratterizza il suo volto.

Dopo la Guerra, Totò si trasferisce a Roma in cerca di fortuna. Gli esordi saranno nel teatro, i successi seguiranno immediatamente dopo, a partire proprio dalla natia Napoli con gli spettacoli della rivista “Messalina” in cui si mostra la vera forza del de Curtis: non limitarsi a far ridere il pubblico, ma trascinarlo in un turbinio di battute e gag, entusiasmandolo fino al delirio della risata a crepapelle. Del resto chi si potrebbe mai dimenticare della mitica lettera nel film “Totò, Peppino e la Malafemmena”.

Di qui il cinema, lavorando non solo al fianco di grandi artisti come Pasolini, De Sica, Steno e Rossellini (ricordando anche la lista delle grandi pellicole firmate da questi maestri), ma anche nelle inconfondibili parodie. Re e schiavo, nobile e barbone: un artista capace di tutto, favorito da una versatilità artistica unica nella storia.

compleanno totò
Totò

Una città che gli appartiene: Napoli e Totò, tra eventi e la questione del museo

Non si può togliere Totò da Napoli, come non si può togliere Napoli da Totò. Un legame materno ed indissolubile che questa città trasmette a coloro che la visitano, a maggior ragione se si parla della “vera Napoli”: quella dei quartieri, delle strade strette affollate da panni stesi al sole, della pietra vulcanica, delle urla… Qui nasce il De Curtis, qui viene ricordato. Oltre ai numerosi eventi organizzati in suo onore, proprio nel quartiere della Sanità (al palazzo dello Spagnuolo) sorgerà un museo in suo onore.

Il progetto c’è da tempo ormai, sebbene la sua casa riversi in uno stato di abbandono e i lavori siano ormai fermi da anni: negli ultimi giorni è intervenuto anche il Ministro dei Beni Culturali Franceschini che, in occasione di una visita a Pompei, ha affermato: “Il museo si farà!”.

Un atto dovuto, nel ricordo di uno dei più grandi di sempre.. Tanti auguri, Principe!

compleanno totò
Un murales di Totò a Napoli

Leggi anche:

Tanti auguri Totò: quanto ci manchi 

Massimo Troisi, la biografia

Sophia Loren, una diva italiana

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.