peter ydeen roma
Arte,  Mostra

Camilla Boemio porta Peter Ydeen a Roma con “Easton Nights”

Camilla Boemio porta Peter Ydeen a Roma dal 21 giugno con “Easton Nights” alla Galleria Lisi

“Easton Nights”: la personale di Peter Ydeen alla Galleria Bruno Lisi di Roma a cura di Camilla Boemio, arriva dal 21 giugno con una selezioni di immagini per una narrazione dalle tante sfaccettature sull’estetica americana di oggi.

peter ydeen camilla boemio
Peter Ydeen, Back Yard Shed

Camilla Boemio, curatrice tra le altre cose di My Vietnam per la XIII edizione di FOTOGRAFIA, Festival Internazionale di Roma (MACRO Museo), celebra con questa mostra il suo ritorno alla fotografia.

Peter Ydeen è noto per i suoi passaggi urbani in cui celebra la complessità e la bellezza del mondo. La serie Easton Nights è nata nel 2015 come esercizio di fotografia notturna ispirata agli scatti poetici di George A. Tice. Rapito però dalla capacità evocativa del mondo ovattato della notte, Ydeen ha trasformato l’esercizio in un’ossessione. Il sublime incontra la geometria degli agglomerati, delle strade, degli scorci immortalati fondendosi con l’illuminazione stradale, svelandoci poco a poco una nuova prospettiva.

“Easton Nights”: i paesaggi notturni di Peter Ydeen arrivano a Roma

Nella personale di Roma, Peter Ydeen ci racconta come la notte abbia le sue regole visive, i suoi colori e la sua presenza eterea, nella quale prendono forma scenari inediti. L’ambiente artificiale di notte poi diventa elegante e misterioso grazie ai riflettori notturni che isolano e minimizzano ciò che vediamo rivelandoci un palcoscenico lirico. Ydeen nei suoi viaggi notturni è riuscito a raccontare i mondi invisibili che incontrava come luoghi allo stesso tempo surreali, romantici e magici. In questi ambienti l’intimità si mescola allo stupore della meraviglia inaspettata.

peter ydeen easton nights
Peter Ydeen, Bush Shadow

La sua visione incarna il tessuto americano, fa parte di quell’atlante in cui si può comporre l’immagine visiva degli Stati Uniti per capire come sono oggi. È una storia su Easton, sulla Lehigh Vallery, una storia sulla Pennsylvania e sulle città di provincia americane quella presentata da Peter Ydeen alla Galleria Lisi di Roma.

Nelle sue scorribande notturne Peter Ydeen è riuscito a realizzare lavori di una rara intensità estetica, contaminata talvolta dal cinema o dall’architettura. Camilla Boemio dice su Easton Nights: “è una sospensione temporale, un margine di analisi nel quale la frontiera urbana prende una forma onirica, irradia melanconie nascoste. Sono narrazioni di inizi di storie, fine di storie, con una laconica ritmica gradazione nella quale la luce fa da padrone. Sono racconti nel racconto che svelano l’animo del fotografo; un cercatore errante, un poeta sedotto dall’immagine che evoca lirismo.”

Per prenotare i biglietti della personale di Peter Ydeen alla Galleria Bruno Lisi di Roma visitate il sito: www.aocf58.it

LEGGI ANCHE: 

Lia Pasqualino in mostra al Museo di Capodimonte di Napoli

Nasce FO-Fotografia Open: la prima tappa è Milano

Gallerie d’Italia Anni Ottanta in mostra a cura di Barbero

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *