Casa Savoia ADV
Moda

CASA SAVOIA, IL MARCHIO DELLA (REALE) DISCORDIA

Emanuele Filiberto lancia una linea di abbigliamento: Casa Savoia. Una beffa alla storia, gli uomini e alla cultura italiana

Stiamo tornando“, quante volte abbiamo letto e sentito questo messaggio negli ultimi giorni? Casa Savoia non è un ritorno nella politica italiana ma un poco gradito ingresso nella moda dei reali esiliati.

Sta arrivando il momento. È per me un dovere, ma anche un grande onore, annunciarvi l’imminente ritorno della Famiglia Reale“.

Il video, trasmesso sul canale social di Emanuele Filiberto di Savoia, è uno schiaffo violento alla memoria di noi, oggi, siamo testimoni.

Nel suo smoking (in) gessato, il figlio di Vittorio Emanuele, con un certo aplomb, continua: “È tempo di tornare a respirare la tranquillità, la fiducia e l’eleganza di cui abbiamo fiducia più che mai.” Il video conclude: “Guidata da un forte senso del dovere, la Famiglia Reale si pone l’obiettivo di tutelare i cittadini per guardare al futuro con rinnovato ottimismo. Grazie a tutti. I reali stanno tornando“.

Ed è proprio su queste ultime parole che, chi ha memoria storica, si indigna maggiormente.

Il video

Molti hanno attribuito il video ad una possibile ascesa in politica di Filiberto. Altri, invece, giungono a conclusione che sia una trovata pubblicitaria per sponsorizzare un prodotto di Netflix.

Non trae in inganno, l’uso dell’hashtag #ADV. Perché di pubblicità, in realtà si tratta. E, dobbiamo dare atto che i social media marketing han fatto un gran lavoro (sebbene siano stati sommersi da una valanga di insulti).

Il bomber Casa Savoia

Il ritorno di cui fa riferimento Emanuele non è certamente legato a niente di quanto si sia potuto credere in queste ore.

Il reale, infatti, è pronto a lanciare il suo marchio di moda: Casa Savoia (o House of  Savoia, come meglio credete.) . Le prime immagini dello shooting mostrano un modello che indossa un bomber con lo stemma del casato Savoia. Ma la collezione, dedicata sia all’uomo sia alla donna, esibisce anche un tailleur per lei.

Non importa che se ne parli bene o male, l’importante è che se ne parli“, diceva Oscar Wilde. Ma il letterato probabilmente lo diceva con ritegno.

 

Leggi anche

Mahmood per Burberry, il Natale inclusivo

 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.