cda tim
NEWS

Cda Tim: accettate le dimissioni di Gubitosi, le deleghe passano a Rossi e Labriola

Cda Tim: si è dimesso l’amministratore delegato Luigi Gubitosi

Si è concluso il Cda Tim di oggi. Il risultato principale è stato un cambio di vertice per il gruppo Telecom Italia. Ieri, infatti, l’amministratore delegato Luigi Gubitosi aveva concesso al consiglio di amministrazione le deleghe per decidere come procedere con l’offerta di Kkr.

Sono quindi state accettate le sue dimissioni e le deleghe sono passate a Salvatore Rossi, il Presidente della società. Pietro Labriola, invece, a capo della sudamericana Tim Brasil, è diventato direttore generale. Gubitosi rimarrà comunque all’interno del Cda in qualità di consigliere.

cda tim

Cda Tim: cambio di vertice per la società

Gubitosi in un comunicato aveva rimesso le proprie deleghe, giustificando ai consiglieri questa scelta “per favorire una decisione” sull’offerta lanciata dal fondo americano Kkr.

In questo modo, l’ex ad ha anticipato un’eventuale sfiducia che i consiglieri avrebbero potuto presentargli oggi. Il consiglio straordinario appena concluso era stato richiesto dagli 11 membri per discutere delle strategie della società e dell’andamento dei conti non particolarmente brillanti al momento.

Il leader della Lega Matteo Salvini ha detto al riguardo: «Bene l’abbandono delle deleghe da parte di Luigi Gubitosi. Ora si va avanti nel nome della tutela dell’interesse nazionale: nessuna svendita di pezzi in azienda, tutela della rete pubblica, salvaguardia di occupazione e no al cedimento a interessi finanziari stranieri».

Il Cda è divenuto anche un’occasione per procedere nei confronti dell’offerta di Kkr. Questa, infatti, ha da subito incontrato la ferma opposizione da parte del primo azionista francese Vivendi. Si attendono quindi prossimi aggiornamenti sulle decisioni prese dai consiglieri.

 

Leggi anche:

Nuovo Cda Tim oggi: in attesa di sviluppi sull’offerta, Gubitosi fa un passo indietro

Tim offerta Kkr – Questione cybersecurity: necessario mantenere i dati nelle mani dell’Italia

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *