putin vita privata
NEWS

Chi è Vladimir Putin: la vita privata, le origini italiane e l’ideologia imperialista dello Zar

Putin: la vita privata, dall’infanzia alla carriera politica

Da funzionario KGB a Presidente russo. E ora minaccia mondiale. Le notizie sulla vita privata di Vladimir Putin sono piuttosto scarse, ma in questi giorni è sicuramente di grande interesse conoscerne le origini, la famiglia e l’ascesa politica.

La guerra scatenata contro l’Ucraina è il risultato della metamorfosi psichica di Putin o la mossa razionale di un leader impazzito? Sicuramente, tra i motivi che l’hanno spinto a questo gesto azzardato e folle c’è un sogno neoimperialista o neo-sovietico di riparazione della vecchia Urss.

L’infanzia a Leningrado, i genitori di umile estrazione, l’università e la carriera. Qual è la vera storia di uno dei leader politici più riconoscibili al mondo?

Putin: la vita privata e le umili origini familiari

Vladimir Putin è nato nel 1952 a Leningrado, oggi San Pietroburgo, in una famiglia di umilissime origini. La madre, Marija Ivanovna Selomova, era un’operaia. Il padre, Vladimir Spiridonovic Putin, fu prima un sommergibilista della marina militare sovietica. Successivamente, divenne segretario di partito nell’officina in cui lavorava ed entrò anche nella presidenza.

Marija era una devota credente e portava il figlio Vladimir in Chiesa ogni volta che poteva. Sembra anche che l’abbia battezzato segretamente a causa dell’opposizione del marito severamente ateo. Putin ha trascorso l’infanzia vivendo in una Kommunalka. Si tratta di un’abitazione tipica degli anni ’40 nell’Unione Sovietica, dove più nuclei familiari condividevano gli spazi comuni quali cucina, corridoio e servizi.

putin vita privata

Suo nonno visse tra l’800 e il 900 e lavorò come cuoco al servizio di Lenin e di Stalin. Putin è stato cresciuto all’interno del modello comunista più puro. “Se la rissa è inevitabile, colpisci per primo” era l’insegnamento che apprese vivendo per strada.

Vladimir è stato il primo di tre figli, ma fu cresciuto come figlio unico. Infatti, entrambi i fratelli minori morirono in tenera età. Il primo dopo pochi mesi di vita e il secondo a causa di una brutta difterite.

Le presunte origini italiane

Da quasi vent’anni ormai si parla delle presunte origini italiane di Vladimir Putin. Il popolare quotidiano Moskovskij Komsomolets, infatti, nel 2005 pubblicò il reportage “Il segreto di Famiglia“. Al suo interno si presumevano dei legami del presidente con la città di Vicenza. Proprio lì, infatti, si trovano almeno 50 famiglie con lo stesso cognome, che letto con l’accento sulla “i” significa “bambino piccolo” in dialetto.

Secondo la ricostruzione, a fine ‘800, la famiglia Putin si era trasferita dall’Italia in Russia per costruire la Transiberiana.

La vita privata di Putin, tra studio e carriera politica

Nel 1975 Putin si laureò in Legge a San Pietroburgo ed entrò subito nel KGB, Comitato per la sicurezza dello Stato. Da subito si inserì nelle istituzioni politiche della città, arrivando poi a Mosca nel 1996, entrando nello staff dell’allora Presidente Boris Eltsin.

Dopo la carica di capo del Consiglio di Sicurezza Russo, Putin venne eletto primo ministro nel 1999. Divenne capo dello Stato ad interim a seguito delle dimissioni di Eltsin. Nel 2000 il 53% dei consensi lo confermò alla guida della Russia.

putin vita privata

È con la guerra che Vladimir Putin ha dato maggiore potere al suo Paese: il suo obiettivo era la riconquista di posizione di leadership nell’aera asiatica ed euroasiatica. E lo fece subito dando il via libera all’esercito di mettere a ferro e fuoco la Cecenia.

Lo ripeté nel 2014 con l’occupazione militare della penisola della Crimea. E appoggiò anche le mobilitazioni dei combattenti filorussi del Donbass, che autoproclamarono le due Repubbliche popolari di Donetsk e di Lugansk. E basta vederlo anche adesso, nel suo obiettivo di “denazificazione” e smilitarizzazione dell’Ucraina, ma anche di ottenimento della neutralità di Kiev e del riconoscimento della Crimea come territorio russo.

L’ideologia di Putin

Con un referendum del 2020, Putin ha annullato il vincolo del secondo mandato presidenziale consecutivo. Dunque, potrebbe rimanere al potere fino al 2036. L’Occidente lo accusa di aver imposto un potere ininterrotto, azzerando le opposizioni, perseguitando il dissenso e avvelenando gli oppositori.

Un’ideologia imperialista e panslavista la sua. Nel 2021 ha pubblicato un libro sulla sua idea di legame tra Ucraina e Russia. La prima fa parte della seconda in quanto Stato “creato da Lenin”, quindi un Paese che non può rimanere indipendente.

E rispetto all’azione militare da lui messa in atto, si formano due schieramenti. Da un lato ci sono i sostenitori della continuità e coerenza, sia psicologica che politica, del presidente russo. Ma dall’altro, ci sono coloro che notano un cambiamento piuttosto marcato, soprattutto dal punto di vista neuropsicologico. Non solo le modifiche somatiche e fisionomiche dovute agli interventi di chirurgia plastica, ma anche le possibile conseguenze sulla psiche delle varie medicine da Putin assunte per le patologie di cui soffrirebbe.

 

Leggi anche:

Alina Kabaeva, l’amante di Putin è scappata in Svizzera con i loro 4 figli: la notizia riportata da Page Six

La resistenza ucraina regge contro Putin: nelle strade si apre la partita della guerriglia civile

 

Editor: Susanna Bosio

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.