Collezionisti
Arte,  Intesa Sanpaolo per l'Arte,  Libri

“Collezionisti e valore dell’arte in Italia – 2022”, l’indagine che svela l’identikit del collezionista d’arte italiano

La nuova edizione dell’indagine “Collezionisti e valore dell’arte in Italia – 2022”, portata avanti da Intesa Sanpaolo, offre un’identikit sul collezionista italiano medio

Prosegue il percorso di ricerca avviato da Intesa Sanpaolo nel 2020, dedicato al collezionismo e al mercato dell’arte nazionale. Edizioni Gallerie d’Italia-Skira ha pubblicato infatti la nuova edizione di “Collezionisti e valore dell’arte in Italia – 2022”, il secondo volume della collana editoriale promossa da Intesa Sanpaolo Private Banking.

Chi è il collezionista italiano medio?

La seconda edizione di «Collezionisti e valore dell’arte in Italia-2022», ricerca promossa da Intesa Sanpaolo Private Banking, in collaborazione con la Direzione Arte, Cultura e Beni storici e la Direzione studi e ricerche di Intesa Sanpaolo, svela, tra le altre cose, le caratteristiche del collezionista italiano medio.

Nell’era post-Covid, leggendo il report, si evince che il collezionista italiano è prevalentemente uomo (il 59%).  La sua seconda caratteristica è quella di vivere nei grandi centri urbani (la metà circa fra Milano, Torino e Roma). Secondo l’indagine inoltre le sue scelte sugli acquisti sono dettati da fattori di natura emotiva e personale. 256 collezionisti hanno partecipato all’indagine, rivelando nuovi trend sul mondo del mercato dell’arte e sul collezionismo.

Sulla base delle risposte dei soggetti, sono state analizzate le loro abitudini e i interessi: oltre il 70% del campione si compone di persone che collezionano in maniera sistematica da almeno 5 anni. Il 76% dei rispondenti sceglie di collezionare arte contemporanea e del dopoguerra e solo il 13% arte moderna.

Nell’indagine si evince anche che la grande maggioranza dei collezionisti provvede autonomamente alla gestione della propria collezione. Solo l’8% infatti si avvale di un consulente o di servizi di art advisory. Oltre la metà (56%) dei rispondenti custodisce la propria raccolta di opere nella propria casa, rendendole quindi inaccessibili al pubblico.

Collezionisti
Immagine tratta dal film «La migliore offerta», di Giuseppe Tornatore

Qual è il canale prefetto per acquistare opere d’arte?

All’interno dell’indagine, realizzata anche in collaborazione con con Artissima Fiera Internazionale d’Arte Contemporanea di Torino, si indaga anche sui canali preferiti dai collezionisti per acquistare le opere.

Ciò che si evince è che le gallerie, le fiere di settore e i contatti diretti con gli artisti sono i canali di acquisto ritenuti più importanti. Fra i cambiamenti di comportamento prodotti dalla pandemia, si nota un’incremento dell’utilizzo del digitale. Gli acquisti online per le opere d’arte sono però ancora contenuti: 60% degli intervistati ha speso online meno di 25mila euro.

Il mercato dell’arte dopo la pandemia

All’interno della seconda edizione, pubblicata da Edizioni Gallerie d’Italia-Skira, si trovano inoltre approfondimenti sullo scenario e sulle tendenze salienti del mercato dell’arte italiano e internazionale. Si potrà leggere di focus riguardanti il nuovo mondo dell’arte digitale, sia per quanto riguarda gli acquisti online, che sul mondo dei Non- fungibile tokens.
Inoltre, la pubblicazione si conclude con sei interviste che tratteggiano sei diversi stili in cui si esprime il collezionismo contemporaneo.

“Ci auguriamo di poter offrire con questa seconda pubblicazione nuovi stimoli di riflessione, certi che l’arte visiva e il collezionismo possano costruire un elemento strategico per la crescita sostenibile del nostro Paese” , afferma Andrea Ghidoni, Direttore Generale Intesa Sanpaolo Private Banking.

Leggi anche

Intesa Sanpaolo apre due nuove sedi delle Gallerie d’Italia: le prescelte Torino e Napoli

I musei si ripopolano con le domeniche gratuite al museo! I numeri registrati sono da pre-Covid

Il mercato dell’arte nel 2021: anno record, tra Basquiat e Van Gogh

Editor: Marta Cinnadaio

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.