come pagare a rate online
Lifestyle,  Moda

Come pagare a rate online: guida allo shopping che non pesa sul portafoglio

La nuova frontiera dello shopping online é il buy now, pay later (BNPL). Ecco come e dove comprare a rate sul web

Secondo un sondaggio di luglio 2021 della società di finanza personale The Ascent, quasi il 60% dei consumatori americani ha fatto acquisti con il sistema buy now, pay later, compra ora paga dopo e hanno guadagnato quasi 11 miliardi di dollari (8,2 miliardi di sterline).  Adesso i nuovi sistemi di pagamento a rate online conquistano anche l’Italia. L’opzione di effettuare acquisti con pagamenti rateizzabili ha cambiato il modo in cui le persone acquistano online e in negozio. Si tratta di un metodo di pagamento messo a punto nello scorso decennio ed esploso definitivamente nell’ultimo anno. Le difficoltà finanziarie causate dalla pandemia e la contemporanea crescita di acquisti su e-commerce hanno accelerato lo sviluppo di questi sistemi nati inizialmente come progetti di start up e divenuti poi dei veri e propri progetti di business.

Tra i tanti, il colosso della vendite online Amazon offre la possibilità di pagamenti rateizzabili su alcuni prodotti in vendita, grazie al supporto di Cofidis, società francese specializzata nel credito a distanza. In Italia, le aziende pioniere del settore attualmente sono Klarna, Scalapay,  Clearpay e Pay Pal. A questi si sono recentemente uniti anche i circuiti di pagamento come Visa e American Express. Un settore in crescita dunque che, secondo i dati di Pitchbook, registra finanziamenti globali per le società “buy now-pay- later” in aumento del +66%, da $ 6,5 miliardi nel 2020 a $ 10,8 miliardi nel 2021.

Cosa sono e come funzionano i pagamenti a rate online

I pagamenti a rate online sono una forma di finanziamento a breve termine che consente di pagare l’importo speso su un e-commerce in comode rate estendibili fino ad un massimo di 4 mesi senza interessi e commissioni. Invece di pagare subito l’intero importo degli acquisti, il sistema BNPL consente di suddividere il costo in importi più piccoli in un breve periodo di tempo, di solito settimane o mesi.

Ciò è possibile perché la società che offre il servizio di rateizzazione anticipa il valore dell’acquisto al venditore del bene o del servizio in base a un accordo firmato. Il venditore, di contro, si impegna a pagare mensilmente o annualmente il servizio. Quindi il metodo di pagamento a rate è un servizio a carico unicamente del venditore in termini di costi aggiuntivi.

Ecco tutti i passaggi per pagare online a rate:
  1. Verifica che l’e-commerce supporti l’opzione del pagamento a rate
  2. Acquista i prodotti che desideri direttamente dal tuo sito preferito
  3. Al momento del pagamento, selezione il metodo di pagamento a rate supportato dalle piattaforme come Clearpay, Scalapay, Pay Pal o Klarna
  4. Se richiesto, compila il breve form con i tuoi dati per registrarti alla piattaforma che offre il servizio e leggi attentamente le condizioni di utilizzo. (Tranquilli, le piattaforme sono sicure e soggette a rigide politiche di privacy e tutela dei dati!)
  5. Prosegui al pagamento inserendo i dati della tua carta (o le credenziali Pay Pal se scegli questo metodo di pagamento)
  6. Concludi l’acquisto. Riceverai un e-mail in cui potrai visionare lo stato dei pagamenti e i prossimi addebiti
shopping online, come pagare a rate
shopping online, come pagare a rate

Vantaggi

Per il cliente non valgono le regole di informativa precontrattuale del credito al consumo. Infatti non vengono applicati tan, taeg e neppure il Secci, il modulo informativo europeo. Questo perché si tratta di finanziamenti di durata non superiore ai 4 mesi. In caso di ritardo nel pagamento mensile, ogni sistema gestisce il mancato adempimento del cliente in diversi modi, pertanto è consigliabile prendere prima visione delle condizioni di vendita e utilizzo disponibili al momento della sottoscrizione del servizio. Clearpay, per esempio, addebita al cliente una mora pari al 25% dell’importo totale dell’acquisto. Inoltre, un altro vantaggio è rappresentato dal fatto che questi piccoli prestiti a breve termine non vengono segnalati alle agenzie di credito, quindi non vanno ad intaccare la situazione creditizia dei clienti.

Dai primi sondaggi effettuati, è emerso che l’opzione del pagamento a rate aumenta la fiducia tra rivenditori e consumatori, portando ad incremento delle vendite incrementali e ad un aumento della spesa media per acquisto. Per gli acquisti effettuanti con BNPL il valore medio della transazione è di circa 200€ contro una media di 100€ del pagamento immediato.

Un mercato che sta favorendo più di tutti la crescita di questi servizi è quello della moda. Anche per le aziende di BNPL è caccia alla partnership con gli e-commerce di moda più importanti.

Inoltre, risulta che questa tipologia di pagamento è molto apprezzata tra i Millennial e i consumatori della Generazione Z e tra i consumatori con punteggi di credito basso o una storia creditizia scarsa..

Cosa è possibile acquistare a rate?

I pagamenti a rate di questo tipo sono generalmente utilizzate per acquisti minori, come scarpe, abbigliamento e biglietti per concerti. Le categorie merceologiche coinvolte riguardano l’abbigliamento, il beauty, la casa e il settore di viaggi e intrattenimento.

Quali sono i negozi di abbigliamento dove è possibile pagare a rate senza interessi?

Ciascuna piattaforma di BNPL ha stretto partnership con diversi brand. Di seguito i link che rimandando all’elenco dei negozi di abbigliamento con pagamento a rate online per ciascuna piattaforma:

Inoltre, effettuando un pagamento tramite Pay Pal è possibile rateizzare il costo in 3 rate senza interessi in qualsiasi negozio. Basta selezionare Pay Pal come metodo di pagamento e poi l’opzione “paga in 3 rate”. Riceverai subito un riscontro della rateizzazione e potrai tenere monitorato lo stato dei tuoi pagamenti direttamente dalla app.

pagamento a rate paypal
Pagamento a rate con Pay Pal

Leggi anche:

Come sta lo shopping online?

Asos: il miglior sito per comprare i regali online

Amazon risponde all’Antitrust: “in disaccordo con la sanzione, presenteremo ricorso”

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.