decespugliatore professionale
Articoli sponsorizzati

Come usare un decespugliatore professionale in sicurezza

 

Quando si utilizzano attrezzi di lavoro che possiedono lame, o comunque superfici taglienti, è molto importante adottare tutte le misure di sicurezza necessarie per tutelare l’incolumità dell’operatore. Spesso si crede che il solo fatto di essere dei professionisti del settore sia un requisito che possa legittimare ad essere meno cauti nello svolgimento del lavoro, ma non c’è nulla di più sbagliato. Vediamo nel dettaglio le norme di sicurezza da mettere in pratica quando si usa un decespugliatore professionale.

Cos’è un decespugliatore professionale e perché deve essere utilizzato in modo corretto

Un decespugliatore professionale è un attrezzo agricolo utilizzato soprattutto nei lavori di taglio e sfalcio di erba molto alta, cespugli, rovi e arbusti. Viene impiegato comunemente anche nei giardini in quei posti dove non è possibile arrivare con un semplice tagliaerba, come bordi e aiuole. In commercio ve ne sono di diverse tipologie principalmente a seconda della destinazione d’uso. Per ulteriori informazioni sui decespugliatori professionali, modelli e tipologie clicca qui.

In tutti i casi si tratta di una strumentazione molto potente, e di conseguenza potenzialmente pericolosa se utilizzata in maniera scorretta: senza l’utilizzo delle opportune norme di sicurezza può essere rischioso per la salute dell’operatore. Difatti il decespugliatore è dotato di una parte rotante generalmente in metallo o in nylon che costituisce la superficie tagliente dello strumento. Ne consegue il pericolo che colui che sta eseguendo il lavoro possa ferirsi con questa parte.

Inoltre l’attrezzo, quando in funzione, tende a vibrare e questo, in mancanza di una presa ben salda, può comportare un mancato controllo e un ribaltamento dello stesso. Poiché i decespugliatori professionali sono di solito alimentati con benzina, il loro utilizzo genera gas di scarico potenzialmente nocivi se respirati per lunghi periodi. Infine trattandosi di un attrezzo dotato di motore, il funzionamento prolungato ne presuppone il surriscaldamento quindi il rischio di ustioni se la persona tocca in modo involontario la superficie calda.

Misure di sicurezza da adottare quando si usa un decespugliatore professionale

Visti i molteplici rischi conseguenti all’utilizzo di un decespugliatore professionale è bene, prima e durante l’uso, adottare una serie di importanti misure di sicurezza.

  • Indossare una tuta da lavoro, in mancanza di questa usare gambali robusti, e specifiche scarpe antinfortunistica dotate di una suola antiscivolo e di una punta rinforzata possibilmente in acciaio.
  • Usare guanti di protezione, resistenti al taglio e al calore e anti vibrazione certificati CE.
  • Indossare cuffie per contrastare il rumore, un casco antinfortunistico, una visiera o degli occhiali di protezione e una mascherina facciale dotata di filtro a carbone attivo e un elemento filtrante in grado di filtrare appunto la polvere (filtro FFP1).
  • Verificare che il dispositivo di arresto del motore sia raggiungibile senza dover lasciare l’impugnatura dell’attrezzo.
  • Tenere sempre nelle vicinanze un estintore.
  • Utilizzare il decespugliatore solo in ambienti aperti.
  • Lavorare controvento e solo in condizioni di stabilità evitando quindi zone che impediscono all’operatore di mantenere una posizione di equilibrio costante e di tenere il decespugliatore in modo saldo.
  • Prima di iniziare a lavorare verificare, inoltre, che in un raggio di 15 metri non siamo presenti altre persone.

 

 

 

Leggi anche:

Una passione che diventa un lavoro: il set da giardinaggio di Christian Dior

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.