Cop26 clima Glasgow
NEWS

Cop26 a tema Clima, Glasgow: conferenza dell’Onu iniziata. Tutte le info principali per capire di cosa si tratta

Cop26 sul Clima a Glasgow: in Scozia via alla conferenza dell’Onu. Ultima chiamata per salvare il pianeta Terra

Domenica 31 ottobre 2021, ha preso il Via la conferenza Cop26 sul Clima a Glasgow. Conferenza dell’Onu che ha come obiettivo la crisi climatica globale. Capiamo insieme nel dettaglio cos’è, quali sono i passi fatti in questi due giorni e cosa ci aspetta nei prossimi.

La Cop26 sul clima a Glasgow

La Cop26 è la conferenza organizzata dall’Onu, per contrastare l’emergenza del riscaldamento globale, e l’emergenza climatica in generale. Chiamata anche Ventiseiesima conferenza tra le parti, arriva dopo il G20 di Roma, dove i leader hanno si raggiunto un accordo, ma non così stringente. La conferenza si è aperta Domenica 31 ottobre 2021 e si concluderà il 12 novembre, e come ogni anno vede la partecipazione di 196 Paesi del mondo, affinché trovino idee condivise per contrastare il cambiamento climatico. Vi parteciperanno circa 120 leader da tutto il mondo, 25mila delegati da 197 Paesi. La Conferenza tra le parti, come è chiamata la Cop, si tiene annualmente, e le Parti che vi partecipano sono i Paesi che hanno firmato la Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici. È conosciuta come la UNFCCC, trattato internazionale stipulato nella conferenza sull’Ambiente e sullo Sviluppo delle Nazioni Unite a Rio de Janeiro nel 1992.

Cop26 clima Glasgow
Cop26 sul clima a Glasgow

Obiettivi per la Cop26 sul clima a Glasgow

Tra gli obiettivi della Cop26 c’è quello di definire un metodo per far si che i Paesi rispettino gli accordi presi in sede di Cop21, ovvero la riduzione delle emissioni di gas serra, obiettivo accettato nell’Accordo di Parigi del 2015. Uno degli obiettivi della Cop26 è far si che i NDC, cioè i “Nationally Determined Contributions”, in italiano “Contributi determinati su base nazionale”, permettano di non escludere la possibilità di mantenere l’aumento delle temperature entro 1,5°C. Altro obiettivo è fissare un termine per raggiungere la neutralità carbonica nella maggior parte dei Paesi. I tre obiettivi principali sono: primo fare il necessario per mantenere il riscaldamento globale sotto 1,5°C; secondo mobilitare la finanza climatica, cioè gli aiuti finanziari dei Paesi più sviluppati nei confronti di quelli più poveri; terzo trovare un accordo sul “rulebook”, cioè l’insieme di regole su base scientifica che consentiranno di misurare le emissioni.

Boris Johnson al via della Cop26 sul clima a Glasgow

È Boris Johnson, primo ministro britannico, a dare il via alla Cop26 in conferenza stampa. Proprio in questa sede ha dichiarato:

Se Glasgow fallisce, fallisce l’intero progetto.

Boris Johnson incoraggia e auspica che gli Stati passino dalle parole ai fatti: l’obiettivo di mantenere l’aumento della temperatura globale al di sotto di 1,5°C deve essere messo in pratica, altrimenti rischia di non essere raggiunto.

Il Premier italiano Mario Draghi sulla Cop26 sul clima a Glasgow

Mario Draghi arriva alla Cop26, reduce della presidenza italiana del G20, tenutosi a Roma l’ultimo weekend di ottobre. Il premier italiano chiede che la Conferenza sia “l’inizio di un nuovo slancio, un salto quantico nella nostra lotta contro il cambiamento climatico”. Avverte anche che il cambiamento climatico può avere “gravi ripercussioni sulla pace e la sicurezza globali” e che “il cambiamento climatico può dividerci”. Mario Draghi, fieramente, ricorda anche che l’Italia ha triplicato il suo contributo, arrivando a sette miliardi di dollari nei prossimi cinque anni per aiutare i Paesi vulnerabili, e ha anticipato che oggi, martedì 2 novembre, Roberto Cingolani annuncerà un’iniziativa ambiziosa da parte dell’Italia. Auspica dei passi avanti, bisogna proseguire e basarsi sull’accordo del G20 per agire sulla crisi climatica.

Leggi anche:

Pre-Cop Milano: l’ultima riunione prima della COP26

G20, Accordo sul clima: si conclude così il Summit internazionale dei Venti. Emissioni zero e tetto di 1,5°C

Prepariamoci insieme al G20 di Roma: capitale blindata e tour per le First lady

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.