storia coppa del mondo sci
sport

Coppa del mondo di sci femminile: una storia di trionfi rosa

Dalla Moser-Proll fino all’Azzurra Brignone: storia della coppa del mondo di sci femminile

La storia della Coppa del mondo di sci alpino femminile da oltre 50 anni anima gli appassionati di sport invernali. Nato nel 1966 su iniziativa della FIS (Federazione Internazionale di Sci), si svolge principalmente nelle località sciistiche dell’Europa e del Nord America. In passato, alcune gare hanno avuto luogo anche nell’emisfero australe, principalmente in Argentina, Australia e Nuova Zelanda. Oggi il torneo si è diviso fino a cinque specialità attuali: discesa libera, supergigante, slalom gigante, slalom speciale e combinata/supercombinata. In oltre 50 anni di Coppa del Mondo, l’Albo d’oro registra parecchie atlete austriache e svizzere. Da Annemarie Moser-Proll a Sofia Goggia oggi, ecco chi ha fatto la storia dello sci in rosa.

Coppa del mondo di sci: le origini

Di un trofeo internazionale di sci da disputare ogni anno se ne parlava molto nei primi anni ’60. Tuttavia, il primo artefice del torneo fu Bob Beattie, allenatore della squadra statunitense di sci dal 1961. Dopo lunghe discussioni con i vertici dell’embrionale FIS, il format prevedeva dunque un torneo nelle principali località sciistiche europee e americane.  il battesimo effettivo fu nell’inverno 1966/67 presso Berchtesgaden (Germania). Qui il 5 gennaio 1967, la Federsci tedesca organizzò la prima gara dell’edizione: uno slalom vinto dall’austriaco Heini Messner. L’ultima gara si disputò il 26 marzo a Jackson Hole (USA). Il vincitore del torneo maschile fu il francese Jean-Claude Killy.

Nel medesimo anno si attivò anche il torneo femminile, che vide come prima vincitrice la canadese Nancy Greene, la quale si batté a lungo con la francese Marielle Goitschel. La Greene si confermò campionessa anche per l’inverno successivo. Negli anni ’70, le piste da sci si tinsero spesso di rosso e bianco, poiché a dominare fu l’austriaca Annemarie Moser-Proll, vincitrice di ben 6 trofei in meno di dieci anni.

storia coppa del mondo sci
Annemarie Moser-Proll in trionfo. La sciatrice austriaca vinse ben 6 titoli mondiali

Gli anni ’80 e ’90: il duello tra Svizzera ed Austria

Se nel decennio 1970 l’Austria l’aveva fatta da padrone, in quelli successivi la Svizzera schierò diverse frecce nello sci, nonostante già nell’edizione ’76-’77 Lise-Marie Morerood aveva già vinto. Del resto, un Paese che sorge interamente in territorio montuoso non può non trionfare in sport invernali. Il decennio vincente lo apre Marie Therese Nadig, seguita da Erika Hess e poi ancora da Michela Figini, Maria Walliser e Vreni Schneider. A cavallo tra gli anni ’80 e ’90 l’Austria tornò di nuovo sul podio, con Petra Kronberger ed Anita Wachter. Nel corso di questo lungo duello tra le due nazioni alpine non sono mancati atleti vincitori di zone non alpine. Tamara McKinney fu la prima statunitense ad alzare il trofeo nel 1982/83, e la svedese Pernilla Wiberg nel 1996-97. Le vincitrici di altre nazioni sono state Katja Seizinger (1995-96 e 1997-98).

storia coppa del mondo sci
Petra Kronberger e Maria Walliser

Il nuovo millennio: Kostelic, Parson e l’egemonia statunitense

I primi anni del 2000 vedono diverse sciatrici alzare l’ambita sfera di vetro. Per tre volte è la croata Janica Kostelic, alternandosi con la svedese Anja Parson. Dal 2008 ecco iniziare un ciclo lungo dove spesso ad alzare l’ambito trofeo sono atlete americane. Lindsey Vonn prima e Mikaela Shiffrin poi portano in alto l’orgoglio a stelle e strisce. La Vonn vince in cinque anni vince 4 titoli mondiali, mentre la Shriffin realizza una tripletta. Il dominio americano viene interrotto da un’italiana, Federica Brignone. La sciatrice valdostana vince infatti l’edizione 2020. L’ultima premiata nonché attuale detentrice è la slovacca Petra Vlhova.

storia coppa del mondo sci
Lindsey Vonn e Mikaela Shiffrin hanno rappresentato il dominio americano dal 2008 ad oggi circa

Da Giustina Demetz a Federica Brignone: le atlete azzurre in Coppa del Mondo

L’Italia nello sci se l’è sempre cavata bene pur non sfornando decine di campioni come nel caso delle vicine nazioni più vincitrici. Sin dalla prima edizione il Belpaese ha sempre avuto almeno una rappresentanza. La prima partecipante fu l’altoatesina Giustina Demetez, che arrivò terza nella classifica finale della discesa libera. Il primo importante traguardo arriva nel 1997, con Deborah Compagnoni che vince la categoria Slalom gigante. Qualche anno dopo Isolde Kostner, pur non vincendo la Coppa del Mondo, arriva prima nella discesa libera. La prima importante vittoria arriva nel 2020, con Federica Brignone rompere l’egemonia della Shiffrin.

storia coppa del mondo sci
Federica Brignone e Deborah Compagnoni

 

LEGGI ANCHE:

Milan-Liverpool, dove vederla in tv e streaming: rossoneri in chiaro su Canale 5

Giornata 17 Serie A 2021/22: calendario e probabili formazioni

Eurolega, Monaco-Olimpia Milano: dove vederla in tv e streaming

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.