covid quarta dose
News

Covid-19, c’è il sì dell’ECDC-EMA alla quarta dose per gli over 60

Il ministro Speranza ha già affermato che l’Italia si adeguerà alle nuove linee guida. A settembre in arrivo i vaccini adattati alle varianti più recenti

È arrivato il via libera alla quarta dose, o seconda dose di richiamo o booster, contro il Covid-19 per la fascia di popolazione 60-79 anni e per le persone a rischio di ogni età da parte del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) e dell’Agenzia europea dei medicinali (EMA). L’Italia, ha detto il ministro Speranza, si adeguerà alle nuove direttive. Nel frattempo, a settembre i nuovi vaccini adattati alle nuove varianti di Omicron potrebbero venire approvati.

Quarta dose anti Covid-19, l’ok dell’ECDC-EMA

ECDC e EMA, come previsto nei giorni scorsi, oggi 11 luglio 2022 hanno aggiornato le raccomandazioni sulla quarta dose dei vaccini a mRNA contro il Covid-19 dando l’ok per la nuova campagna vaccinale che dovrà contrastare l’aumento di contagi delle ultime settimane in tutta Europa. Le nuove disposizioni prevedono la quarta dose, o seconda dose booster, per tutti i soggetti di età compresa tra i 60 e 79 anni e per tutte le persone vulnerabili, indipendentemente dall’età. Come afferma il comunicato ECDC-EMA, la quarta dose era già stata raccomandata per gli over 80 lo scorso aprile.

L’Europa intera sta subendo una nuova ondata di Omicron 5 che, a causa dell’elevata trasmissibilità, sta iniziando a mettere pressione sulle fasce di età più anziane e più vulnerabili. Ecco perché la decisione della quarta dose. “Poiché in Europa è attualmente in corso una nuova ondata, con tassi crescenti di ricoveri in ospedale e in unità di terapia intensiva, è fondamentale che le autorità sanitarie pubbliche ora considerino le persone tra i 60 e i 79 anni, nonché le persone vulnerabili di qualsiasi età per una seconda dose di richiamo”. Attualmente, sempre secondo il comunicato, non ci sono indicazioni chiare a supporto dell’estensione della quarta dose agli under 60.

L’Italia

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha affermato che l’Italia si adeguerà subito alle nuove direttive: “subito la quarta dose per gli over 60”. Continua: “già nella giornata di oggi adegueremo le nostre linee guida, circolari e indicazioni a questa determinazione. Apriremo immediatamente sui nostri territori la somministrazione della quarta dose anche alle persone sopra i 60 anni”. Per il ministro non bisogna abbassare la guardia. “Guai a pensare che la battaglia contro il Covid sia vinta, è ancora in corso e dobbiamo tenere un livello di attenzione e di prudenza”.

Il vaccino adattato

Da una parte c’è la decisione di estendere subito la quarta dose per le persone più vulnerabili e dall’altra c’è il lavoro di perfezionamento dei vaccini alle nuove varianti e sottovarianti che man mano stanno eludendo i vaccini.

“Stiamo lavorando per una possibile approvazione di vaccini adattati (alle varianti N.d.R.) a settembre”, ha affermato il direttore esecutivo dell’EMA, Emer Cooke, osservando che “il nostro comitato per i medicinali per uso umano sta attualmente rivedendo i dati per due vaccini adattati”. “Nel frattempo, è importante considerare l’utilizzo di vaccini attualmente autorizzati come secondo richiamo nelle persone più vulnerabili. I vaccini autorizzati nell’UE continuano a essere efficaci nel prevenire ricoveri, malattie gravi e decessi per Covid-19, anche se continuano ad emergere nuove varianti e sottovarianti.”, ha concluso.

 

Leggi anche:

Covid: in arrivo lunedì 11 luglio la quarta dose per gli over 60?

Il Covid non ferma i Maneskin: tutto quello che c’è da sapere sul grande evento al Circo Massimo

Covid, probabile picco a metà luglio

 

Editor: Lorenzo Bossola

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.