Piers Morgan CR7 Manchester United
Sport

Cristiano Ronaldo, Manchester United: è guerra totale tra il portoghese e i Red Devils!

Ieri è uscita anche la seconda parte dell’intervista del fenomeno portoghese a Piers Morgan. Rottura totale con il Manchester United!

Ci eravamo tanto amati. Ma l’amore si sa, rischia spesso di essere fuggevole e inaspettato. Ronaldo dopo aver lasciato la Juventus ha deciso di ritornare nel club in cui è diventato grande ma la storia d’amore non si è ripetuta. E adesso è rottura totale tra CR7 e il Manchester United, soprattutto dopo l’intervista a cuore aperto con Piers Morgan.

Cosa è successo tra Ronaldo e il Manchester United

Appena arrivato CR7 è stato allenato da Ole Gunnar Solskjær, suo ex compagno e ha iniziato la stagione come meglio sa fare: segnando. Poi l’allenatore norvegese è stato esonerato a favore di Ralph Ragnick, un dirigente di club scelto come allenatore.
Con quest’ultimo i rapporti tra Ronaldo e l’ambiente dei Red Devils si è deteriorato, per toccare il fondo con l’arrivo di Ten Hang nel Luglio scorso.

Appena arrivato Ten Hang ha deciso di mettere ai margini CR7, reo di aver cercato in tutti i modi una squadra che gli permettesse di giocare la Champions League. Questo atteggiamento non è piaciuto all’attuale allenatore del Manchester United che ha deciso di mettere in panchina il campione portoghese.
A fine ottobre Ronaldo a risultato acquisito ha deciso di abbandonare il campo in anticipo perché arrabbiato di non essere sceso in campo. La punizione fu severa: sospensione per il match seguente contro il Chelsea e nuovamente panchine nei giorni successivi.

L’intervista del fenomeno portoghese CR7 a Piers Morgan sulla situazione al Manchester United.

Ieri è uscita integralmente l’intervista: un’ora e mezza abbondante in cui il talento di Madeira ha parlato senza filtri della sua vita attuale. In alcuni momenti l’intervista è anche stata toccante, per esempio quando si è parlato di Angel, il figlio morto alla coppia qualche mese fa. Uno dei momenti più tristi della vita di Ronaldo e Georgina e momento molto toccante dell’intervista.

Per il resto Cr7, incalzato perfettamente da Piers Morgan, ha deciso di rompere definitivamente con il Man UTD, raccontando disagi strutturali, criticando la mentalità dei giocatori, gli allenatori passati e i vari esponenti vicini al club che l’hanno criticato in questi mesi.

Per guardare l’intervista: clicca qui

La risposta del Manchester United

Quando sono uscite le prime dichiarazione dell’intervista il Manchester United ha deciso di credere nella “cancel culture” in cui viviamo ogni tanto ultimamente. Ha rimosso in pieno giorno, a favore di camera e davanti a tutti la gigantografia del portoghese dalla facciata dell’Old Trafford mentre poche ore fa è uscito il comunicato ufficiale della squadra:

“Manchester United has this morning initiated appropriate steps in response to Cristiano Ronaldo’s recent media interview.
We will not be making further comment until this process reaches its conclusion”
“Manchester United questa mattina ha incominciato ad attuare gli step necessari in risposta alla recente intervista di Cristiano Ronaldo. Non faremo ulteriori dichiarazioni fin quando il procedimento non raggiungerà il termine.

Seguiranno aggiornamenti.

 

Editor: Tommaso Mauri

 

Leggi anche i nostri articoli sul mondiale in Qatar:

Stadi Qatar 2022: ecco gli 8 impianti che ospiteranno i Mondiali

Infortunati Mondiali 2022, chi sono i big che non giocheranno

Mondiali 2022, i convocati delle Nazionali e i grandi esclusi

La storia e l’albo d’oro dei Mondiali di calcio, in avvicinamento al Mondiale Qatar 2022 (1930 – 1978)

La storia e l’albo d’oro dei Mondiali di calcio, in avvicinamento al Mondiale Qatar 2022 (1982-2018)

Mondiale Qatar 2022: le 5 favorite al titolo per la vittoria finale!

Calendario Mondiali 2022: ecco le partite e dove vederle

 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *