insulto omofobo ddl zan Scalfarotto
Attualità,  NEWS

Ddl Zan: R. Sorge sospesa dal Pd per insulto omofobo verso Scalfarotto

Ddl Zan: Rosamaria Sorge è stata sospesa dal Pd a seguito di un insulto omofobo verso Ivan Scalfarotto

Insulto omofobo ddl zan Scalfarotto Il Partito Democratico è giunto alla decisione di sospendere Rosamaria Sorge (ex candidata Dem a Civitavecchia) dal Pd a seguito dell’ insulto omofobo, sul tema Ddl Zan, lanciato su Facebook nei confronti dell’ esponente di Italia Viva, il sottosegretario al ministero dell’Interno Ivan Scalfarotto.

«Con Scalfarotto voglio essere politicamente scorretta, a fr** di m**».

Dopo la pubblicazione di questo commento social da parte della dirigente Pd, gli esponenti dei vari partiti si sono espressi con indignazione, ribadendo, in alcuni casi, l’importanza di avere una legge che tuteli le persone da questo genere di insulti.

insulto omofobo ddl zan Scalfarotto Le reazioni all’insulto omofobo della dirigente del Pd

Teresa Bellanova – Italia Viva

«Mi chiedo cosa ne pensi @EnricoLetta delle parole vergognose di Rosamaria Sorge, iscritta, dirigente PD e ex candidata a Civitavecchia per il partito. Non stiamo forse esagerando?».

Così si è espressa stamattina su Twitter la Senatrice Teresa Bellanova, allegando lo screenshot dell’insulto omofobo di Rosamaria Sorge del Pd e continuando poi la sua critica su Facebook.

«È questo l’esempio che vogliamo trasmettere, mentre cerchiamo di approvare una legge necessaria che condanna odio e discriminazione? Dall’inizio abbiamo chiesto a tutte le forze politiche dialogo e confronto, con l’obiettivo di risolvere le criticità e approvare quanto prima una legge giusta. Gli insulti e il conflitto politico esasperato non conducono da nessuna parte, se non a maggiore odio. Se davvero vogliamo che la politica porti a casa risultati concreti, capaci di avere davvero un’influenza sulla vita dei cittadini, il metodo da seguire è un altro: quello del dialogo. E l’allargamento della piattaforma dei diritti delle persone non può e non deve assolutamente contemplare il restringimento del diritto delle opinioni altrui. Su questo almeno dovremmo essere tutti d’accordo».

Matteo Renzi – Italia Viva

Matteo Renzi scrive nella sua nuova e-news:

«Da quando abbiamo proposto di trovare una soluzione io ricevo email con minacce di morte. Quelli che dovrebbero sostenere una legge contro l’odio, mandano messaggi d’odio».

Marietta Tidei – Italia Viva

«Il dibattito politico, anche aspro e combattivo, non può scadere a un livello simile. Mi auguro che il Pd prenda immediatamente le distanze da questo gesto macabro e chieda scusa per le parole riprovevoli di una sua dirigente».

Ha detto la coordinatrice regionale del Lazio di Italia Viva Marietta Tidei, che è anche consigliera regionale».

insulto omofobo ddl zan Scalfarotto Le scuse da parte della delegata Sorge

insulto omofobo pd

La sospensione di Rosamaria Sorge dal Pd

Qualche ora dopo arriva l’annuncio della decisione del Partito Democratico:

«Dai social abbiamo appreso che una iscritta al Pd della sezione di Civitavecchia, ha insultato l’esponente di Italia Viva, Ivan Scalfarotto, con un’espressione palesemente omofoba. Come la battaglia sul ddl Zan può dimostrare, il Partito Democratico respinge ogni forma di discriminazione o di insulto, in particolar modo se ispirato dalle preferenze sessuali, che appartengono alla sfera personale di ogni donna e uomo e come tali vanno rispettate e, se messe in discussione, difese senza se e senza ma. La storia del partito è chiara, così come inequivocabile è la nostra posizione su questo tema. Per questo, dopo aver comunque letto le scuse sui social dell’iscritta, prendiamo le distanze e condanniamo l’accaduto sia per la forma sia per il contenuto, ritenendolo ingiustificabile e non in linea con i valori democratici che ogni giorno intendiamo sostenere e difendere.

D’accordo col Segretario Regionale Bruno Astorre ed il Segretario Provinciale Rocco Maugliani, sarà sospesa dal Partito e ne sarà richiesta l’espulsione alla Commissione di Garanzia Provinciale. Ciò detto, chiederemmo gentilmente agli esponenti di Italia Viva di non coinvolgere tutto il Pd nelle esternazioni di natura personale di un solo iscritto, dalle quali sono state subito prese le distanze. Le posizioni ufficiali restano le stesse degli ultimi giorni: il Pd a favore del Ddl Zan, Italia Viva e la Lega contro, nonostante i tentativi di depistaggio».

 

Leggi anche:

Ddl Zan: il 13 luglio il testo verrà discusso in Aula al Senato

Ddl Zan: Renzi risponde al “Che schifo che fate politici” della Ferragni

Pietro Parolin chiarisce la posizione del Vaticano sul Ddl Zan

Se hai curiosità, consigli o vuoi saperne di più, contatta la nostra redazione:  info@mam-e.it

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.