Mame Arte: Diabolik Lui e Lei arrivano a Bologna
Arte,  Letteratura

DIABOLIK: LUI E LEI ARRIVANO A BOLOGNA

DAL 1° MARZO ALL’8 APRILE 2018 DIABOLIK ED EVA KANT ARRIVANO A BOLOGNA

ONO Arte Contemporanea di Bologna  ospiterà la mostra Diabolik: Lui e Lei per tributare il labro più famoso del fumetto insieme ai suoi disegnatori. Giuseppe Palumbo, Matteo Buffagni e Stefano Babini.

L’occasione è straordinaria perché è uscito l’ultimo inedito fumetto e ONO Arte vuole omaggiare il ladro della letteratura disegnata che oggi ha superato gli 800 numeri. Sarà la storia di Diabolik, la sua evoluzione come personaggio insieme a quella di Eva Kant il centro di questa esposizione.

Il personaggio di Diabolik è nato nel 1962 per mano di Angela Giussani e della casa editrice da lei fondata: Astorina, alla quale si affiancherà anche la sorella Luciana.

L’idea alla base del progetto editoriale è sorprendente, sia a livello contenutistico che per il formato, tascabile, che diviene pratico e di facile lettura. Invece la tematica Noir abbracciava il gusto dell’epoca, altro esempio è Grand Hotel, un mix di “torbido ed erotico”.

La Giussani seppe comprendere cosa il pubblico di lettori del genere desiderava, si ispirò al marito Gino Sansoni che qualche anno prima fondò Astoria. La casa editrice pubblicava romanzi dai titoli “morbosi e copertine allusive” che stuzzicavano la curiosità. Il risultato era aver compreso appieno cosa attirava l’attenzione, e il “prodotto finito” prese il nome di Diabolik.

Diabolik
Diabolik EVA

Da Lui a Lei

Un personaggio che includeva i caratteri del ladro assassino Fantomas e la galanteria di Arsenio Lupin, ma questi tratti si trasformano e il personaggio delinea la sua personalità. Una personalità che non resta sola a lungo perché viene affiancata dalla controparte al femminile di Eva Kant.

Eva Kant è forse il soggetto che cambia veste più di altri nel fumetto, perché da compatire una vita che non ha scelto per amore diviene una partner in tutto e per tutto. Una donna che rispecchia i suoi tempi e si emancipa con essi, la Kant, permetteva anche alle lettrici di avvicinarsi a questo tipo di lettura, ciò è un grande passo avanti.

Durante il Vernissage della mostra che si terrà dalle ore 18.30 verranno presentate 60 opere originali e si proporrà anche la performance di Palumbo che realizzerà dei retuoches per il pubblico.

La mostra patrocinata dal Comune di Bologna è prodotta in collaborazione con Marco Lucchetti Art Gallery di Lugano e Astorina. Ingresso libero.

ONO Arte Contemporanea, Bologna: come arrivare

Diabolik
Colpo

 

 

 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!