sciopero mezzi domani atm milano roma atac orari
News

Domani 16 settembre sciopero ferrovie, atm e atac: ecco tutti gli orari e le fasce garantite

Domani 16 settembre sciopero dei mezzi, a protestare i dipendenti Trenord, Trenitalia, Actv, ATM e ATAC. Tutto quello che c’è da sapere su orari e fasce garantite

Il venerdì sembra essere ormai diventato la giornata di sciopero dei mezzi pubblici. Dopo lo sciopero di venerdì scorso, 9 settembre, è stato confermato un altro sciopero dei dipendenti del settore dei mezzi pubblici di Roma, Milano e tutta Italia. I lavoratori di Trenord, Trenitalia, Act, ATM e ATAC hanno indetto uno sciopero di otto ore nella giornata di venerdì 16 settembre. Ecco tutto sugli orari dello sciopero e le fasce garantite.

Gli orari dello sciopero e le fasce garantite

Il servizio ferroviario

Lo sciopero non interessa solo le città di Milano e Roma, ma coinvolge tutta Italia.

La protesta sindacale comporta infatti cancellazioni totali e parziali di Frecce, Intercity e treni Regionali di Trenitalia. E attenzione: perché gli effetti, sempre in termini di cancellazioni e ritardi, potranno protrarsi anche oltre l’orario di termine dello sciopero.

Milano

In una nota Atm ha comunicato come e in che orari si svolgerà lo sciopero dei mezzi a Milano, affermando che: “A Milano, l’agitazione del personale viaggiante e di esercizio delle linee di superficie e metropolitane sarà possibile solo dalle 8.45 alle 15“.

Atm ha specificato che sono interessate dallo sciopero dei mezzi pubblici anche la linea della Funicolare Como-Brunate, dove potrebbe avere conseguenze sul servizio della funicolare dalle 8:30 alle 16:30, e le Linee Autoguidovie, i bus potrebbero infatti risentire dello sciopero tra le 11 e le 15 e tra le 18 e le 22.

Roma

A Roma invece, l’azienda di trasporti Atac ha comunicato che il servizio sull’intera rete non sarà garantito, dalle ore 8.30 alle ore 16.30. L’azienda che gestisce i trasporti pubblici romani ha poi precisato che lo sciopero interessa Atac e le linee periferiche di Roma Tpl,  Cotral e Roma Servizi per la Mobilità,  che la protesta interesserà  anche i collegamenti eseguiti da altri operatori in regime di subaffidamento. Saranno quindi possibili disagi, sempre nella stessa fascia oraria, su autobus, filobus, tram, metropolitane e sulle ferrovie Roma-Lido, Roma-Nord e Termini-Centocelle.

ECCO LE TEMPISTICHE DI RIAVVIO DEL SERVIZIO PER I MEZZI PUBBLICI ATAC:

Servizio Tranviario: da 30 a 50 minuti prima della conclusione dello sciopero
Metro A: da 30 a 90 minuti prima della conclusione dello sciopero
MetroB-B1: da 30 a 120 minuti prima della conclusione dello sciopero
Servizio Metro C: da 30 a 45 minuti prima della conclusione dello sciopero
Linea Roma –Lido: da 30 a 90 minuti prima della conclusione dello sciopero
Servizi Roma-Pantano e Roma-Viterbo: da 30 a 60 minuti prima della conclusione dello sciopero

Le cause dello sciopero

Lo sciopero dei mezzi pubblici è stato indetto dalle organizzazioni sindacali Filt Cgil, Fit Cisl, Uilt Uil, Ugl, Faisa Cisal, Orsa Trasporti e Fast Confsal, dopo gli episodi di aggressione al personale di front line registrati in tutta Italia negli ultimi mesi.

«Scioperiamo – hanno spiegato le organizzazioni sindacali  – di fronte a una situazione intollerabile su cui bisogna intervenire subito. A tutt’oggi non si è registrato alcun intervento a tutela del personale da parte dei datori di lavoro e neanche da parte del legislatore con specifici provvedimenti indirizzati a prevenire e scoraggiare le aggressioni al personale dei mezzi pubblici. Servono provvedimenti immediati – chiedono i sindacati – in assenza dei quali continueremo con forza a rivendicare la tutela di lavoratori e lavoratrici del trasporto pubblico locale».

Ad incrociare le braccia in segno di protesta e di solidarietà, anche il personale addetto alle biglietterie e tutti i lavoratori degli uffici, gli ausiliari del traffico, il personale degli uffici e della trazione.

La protesta dei dipendenti dei mezzi pubblici deriva anche dall’immobilismo di fronte all’aggressione subita a Milano da un dipendente del trasporto pubblico lo scorso 9 settembre.

L’aggressione a Milano

L’aggressione è avvenuta a Milano, nella stazione di Affori M3, lo scorso 9 settembre. Un controllore di Atm di 36 anni era stato preso a testate in faccia da un passeggero senza biglietto, poi fuggito.

 

 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *