Milano

DONDERO, NOVI E SÉCLIER RACCONTANO PASOLINI

Attento osservatore della trasformazioni della società del secondo dopo guerra fino agli anni ’70 fu Pier Poalo Pasolini. Poeta, scrittore, sceneggiatore, drammaturgo, editorialista e fra le maggiori voci intellettuali italiane. Un artista che Forma Meravigli celebra con una mostra a lui dedicata, con foto di Mario Dondero, Angelo Novi e Philippe Séclier, per far rivivere due inchieste che Pasolini realizzò dalla fine degli anni ’50 ai primi anni ’60.
La lunga strada di sabbia” è un reportage pubblicato sulla rivista “Successo” nel 1959, un racconto di un’esperienza vissuta in prima persona lungo tutte le coste, da nord a sud, delle spiagge italiane invase dai vacanzieri: protagonisti di questo viaggio-inchiesta verso il cambiamento del paese, quando ormai il dopo-guerra era un ricordo e il boom economico alle porte. Tappe rivissute poi alla ricerca di quei luogi estivi, a trent’anni di distanza, dal fotografo francese Philippe Séclier.

Del 1963, invece è “Comizi d’amore”, il cui risultato è un film sulla rappresentazione dell’Italia. Di nuovo, Pasolini ripercorrerà spiagge, cortili di campagne, fabbriche e città per interrogare giovani, anziani, bambini, donne e uomini sul sesso e sull’importanza del senso del pudore. Qui le fotografie di scena di Dondero e Novi per ritrovare l’atmosfera, la sfrontatezza e il metodo d’indagine, unico, di Pier Paolo Pasolini.

 

La vera italia? Due inchieste di Pier Paolo Pasolini
Dal 30 settembre al 15 novembre
Forma Meravigli
Via Meravigli 5
Milano

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!