Draghi: non risponde a domande sul Quirinale
NEWS

Draghi sfugge ai giornalisti: “Non rispondo a domande sul Quirinale”

“Non rispondo a domande su futuri sviluppi, sul Quirinale o altro”. Così il Presidente del Consiglio anticipa i giornalisti. Marco Travaglio “Roba da Corea del Nord”

Si è tenuta ieri 10 gennaio la prima Conferenza Stampa dell’anno, dove Mario Draghi tra il ministro della Salute Roberto Speranza, il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi e il coordinatore del Cts Franco Locatelli ha chiarito agli italiani le ultime misure prese dal Governo nell’ultimo Consiglio dei Ministri, visto le diverse polemiche.

MARIO DRAGHI IN CONFERENZA STAMPA “NON RISPONDO A DOMANDE SUL QUIRINALE”

Mario Draghi ha deciso di parlare a tutti gli italiani ieri 10 dicembre in Conferenza stampa per chiarire i primi provvedimenti del 2022. La circolazione del virus, secondo il Presidente del Consiglio, mette sotto pressione gli ospedali, soprattutto, a causa dei non vaccinati. E la riapertura delle scuole è fondamentale per la nostra democrazia. Il Presidente, però, ferma i giornalisti e lo dice chiaramente: “Non rispondo a domande sul Quirinale”. Mario Draghi fa, quindi, sorgere diversi dubbi in merito alle future elezioni al Colle che si terranno da qui a due settimane. Il Presidente, apparso anche un po’ sfinito dalla vigilia quirinalizia e stanco rispetto alle ultime Conferenze, fa quindi sorgere una domanda: non rispondendo alle domande sulle future elezioni, conferma quindi di voler essere eletto a sua volta?

DRAGHI EVITA LE DOMANDE SUL COLLE. TRAVAGLIO “NON è LEGITTIMO”

Durante la puntata di Otto e mezzo su La7 condotto da Lilli Gruber, Marco Travaglio direttore de “Il fatto Quotidiano” conferma il suo scetticismo riguardo le ultime dichiarazioni fatte dal Presidente del Consiglio alla Conferenza stampa di ieri sera. Mario Draghi si è, infatti, rifiutato di rispondere alle domande su evoluzioni future e Quirinale. Andavano bene tutte le domande, ma il futuro quirinalizio no. La giornalista Lilli Gruber ha, quindi, chiesto a Travaglio se fosse possibile muoversi in questo modo nei confronti dei giornalisti, oppure è solo una forzatura dare regole di ingaggio? Il direttore del Fatto Quotidiano ha risposto dicendo che per tutta la giornata di ieri 10 gennaio l’ufficio stampa di Draghi ha invitato i giornalisti a non chiedergli nulla riguardo la corsa al Quirinale:

“Chiedere ai giornalisti di non fare le domande è roba da Corea del Nord”

Afferma Travaglio. Per il giornalista non sarebbe legittimo imporre una cosa del genere, comparandola addirittura a metodi da Corea del Nord.

TRAVAGLIO: “DRAGHI HA CONFERMATO LA SUA CANDIDATURA AL QUIRINALE”

I punti fondamentali secondo Marco Travaglio sono due: o il Presidente Draghi vuole essere eletto o non vuole essere eletto. E se non vuole essere eletto lo deve dire subito. Mancano solo poche settimane alla corsa al Colle, e non due o tre mesi come dice il giornalista. Draghi, quindi, doveva essere disponibile nel rispondere alla domande, in modo tale che anche i partiti possano orientarsi su altri candidati. Come ha fatto Mattarella che ha detto fin da subito di non voler rinnovare la sua candidatura. Se no, Draghi, avrebbe fatto bene a non parlare agli italiani in Conferenza stampa:

“Mario Draghi ha rafforzato, quindi, la sua autocandidatura”

Travaglio afferma che l’ironico “nonno al servizio delle istituzioni” non rispondendo alle domande sul Colle avrebbe confermato la sua candidatura al Colle.

LEGGI ANCHE:

Conferenza stampa oggi, Mario Draghi: i problemi di oggi sono causati dai non vaccinati

Scontro sul rientro a scuola: le Regioni dicono no, anche la Francia ne risente

La situazione covid nel mondo

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.