Elliott Erwitt
Dizionari,  Dizionario Arte

Erwitt, Elliott

Elliott Erwitt

Erwitt, Elliott. Fotografo statunitense, specializzato in fotografia pubblicitaria e documentaria. È uno dei fotografi più influenti del Novecento. Noto per i suoi scatti in bianco e nero e per quelli pieni di umorismo che raccontano la sua visione del mondo.

Biografia

Elliott Erwitt, il cui vero nome è Elio Romano Erwitz, nasce in Francia da genitori ebrei di origine russa. Trascorre la sua infanzia in Italia per poi trasferirsi nuovamente in Francia. Nel 1938 fugge dall’Europa con la famiglia a seguito delle leggi razziali-fasciste. Vive la sua adolescenza in USA, qui ha la possibilità di coltivare la sua grande passione: la fotografia. Dal 1942 al 1944 inizia a studiare fotografia presso la Los Angeles City College e successivamente cinema alla New School for Social Research dal 1948 al 1950. Un’altra grande passione è sicuramente viaggiare, viaggia in tutto il mondo perdendosi tra i volti che incrociano il suo obiettivo. Saranno queste due passioni – la fotografia e i viaggi – a renderlo un fotografo di grande fama. Di estrema importanza è stato l’incontro con fotografi importanti come Robert Capa, Edward Steichen e Roy Stryker, quest’ultimo gli propone un progetto fotografico che coinvolge la Standard Oil. Successivamente continua a lavorare come fotografo freelance e nel 1953 entra a far parte della Magnum Photos. Qui si occupa di servizi fotografici pubblicitari e nel 1969 diventa presidente della Magnum, affermandosi come una delle figure più di spicco ancora oggi.

Opere celebri

Elliott Erwitt, con la sua Leica m3, ha realizzato fotografie divenute celebri come New York City (1953) che ritrae un chihuahua di fianco al piede di una donna o California Kiss (1955), il bacio di due amanti che riflette sullo specchietto retrovisore di una macchina parcheggiata in riva al mare a Santa Monica. Una delle sue muse preferite è stata Marilyn Monroe, l’ha fotografata diverse volte nel corso della sua carriera. Celebre American actress Marilyn MONROE realizzata a New York nel 1956. Nella sua carriera ha fotografato spesso gli animali, soprattutto i cani, e non perché li amasse in particolar modo. Ma adorava il loro atteggiamento irriverente. Le immagini che ritraggono gli animali sono per lo più buffe perché realizzate attraverso una strategia. Prima dello scatto Elliott Erwitt suonava una trombetta per ottenere una reazione in più possibile naturale. Infatti è proprio la spontaneità dell’istante che cattura che rende memorabili tutti i suoi scatti.

Nascita: Parigi, 26 luglio 1928

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *