festa epifania
Lifestyle

Festa dell’Epifania: storia, origini e tradizioni della festa della Befana il 6 gennaio

L’Epifania che tutte le feste porta via: storia, origini e tradizioni della festa della Befana il 6 gennaio

Ecco tutto quello da sapere sulla festa della Befana: L’Epifania che tutte le feste porta via. Ci sono storie e tradizioni, legate alla festa del 6 gennaio, scopriamole insieme, e come tutto il mito della festa è nato e quali sono le origini.

Le origini dell’Epifania: una festa cristiana

L’Epifania è originariamente una festa cristiana, celebrata il 6 gennaio nelle le chiese occidentali e orientali, che seguono il calendario gregoriano. Si celebra invece il 19 gennaio nelle chiese che seguono il calendario giuliano.  Il termine “Epifania” deriva dal greco antico e significa “apparizione”, “venuta”, “manifestazione”, e si riferisce all’apparizione di Gesù bambino all’umanità con la visita dei Tre Re Magi. La festa dell’Epifania, si mescola con la tradizione della befana, perché secondo la storia, i Re Magi nel viaggio verso Gesù bambino si persero, e chiesero aiuto proprio ad una vecchietta di indicargli la strada. La quale rifiutò, ma poi pentendosene decise di mettersi in viaggio, portando con sé dei doni e dolci da lasciare ai bambini che incontrava, nella speranza che uno di quelli fosse Gesù bambino.

La Befana e i Re Magi

La Befana: le origini del mito

Come tutti sappiamo la befana è sempre rappresentata come una vecchietta particolare, che vola nelle notti più buie a cavallo del suo manico di scopa. Questa rappresentazione proverrebbe dalla Dea Diana: si credeva che misteriose figure femminili volassero sui campi per propiziare futuri raccolti, guidate appunto da Diana (dea della caccia e della vegetazione) o da Sàtia (dea della sazietà). Sembra quindi che il mito della befana volante sia nato proprio da qui, per passare e augurare abbondanza. Il tutto avveniva nelle dodici notti successive al sostizio d’inverno, in un periodo dedicato alle celebrazioni per la rinascita della natura.

In realtà il mito all’inizio raffigurava la befana come una donna, anche di bell’aspetto.. è stata la Chiesa Cattolica ad attribuirle la figura di una vecchia strega, durante l’Alto Medioevo, per condannare i riti propiziatori pagani.

Si pensava anche che la vecchia e benevola strega fosse Madre Natura personificata, che appunto, dopo aver utilizzato tutte le energie durante l’anno, volava sopra i cieli su un manico di scopa, ed essendo ormai “secca”, Madre Natura, poteva essere bruciata come un ramo, per far sì che potesse nascere dalle ceneri come una giovane Natura, una luna nuova.

L’Epifania che tutte le feste porta via

Secondo la tradizione popolare, ben radicata nella cultura italiana, l’Epifania è legata al culto del passaggio dall’anno vecchio a quello nuovo, e al culto del raccolto. Infatti con il 6 gennaio, dodici notti dal solstizio d’inverno, si augura la rinascita della natura; ed è un buon augurio per l’anno nuovo, lasciandoci alle spalle quello passato. Si dice, nel gergo popolare, che l’Epifania tutte le feste porta via: una volta giunti al 6 gennaio, infatti, il periodo vacanziero, del Natale, Capodanno e tutte le feste si conclude, e si accoglie l’inizio di un nuovo anno. Si smonta l’albero, si tolgono gli addobbi, salutando tutte le feste ormai passate.

festa epifania befana
Calze delle befana

L’inizio di un nuovo anno

La festa dell’Epifania ha appunto un significato anche di accogliere l’anno nuovo. La tradizione della Befana vuole infatti che la vecchietta a bordo della sua scopa, passi durante la notte, nelle case di tutti i bambini, a lasciare doni e dolciumi nelle tipiche “calze della befana”. Il significato è sempre quello di lasciare “semi” che possano essere piantati per l’anno successivo. Per salutare l’anno passato, si è diffuso il rito di accendere un falò, o bruciare un fantoccio, e da qui è nata la tradizione del carbone: simbolo di reminiscenza del falò di saluto all’anno vecchio. La storia del carbone dolce invece, è nata come usanza per punire i bimbi cattivi.

festa epifania 6 gennaio
Falò della befana

Leggi anche:

Tutte le migliori calze della befana 2022: dal beauty, ai dolci, ai giochi. Per tutti, dai più grandi ai più piccini.

Cammelli di pasta sfoglia: la ricetta del dolce dell’Epifania e la tradizione di Varese

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.