f1 gp turchia
sport

Formula 1, tutto sul GP di Turchia: statistiche e curiosità

Formula 1, tutto quello che c’è da sapere sul GP di Turchia 2021: i precedenti, i record e le statistiche del GP di Istanbul Park

Dopo due settimane di pausa torna in pista la F1 per il GP di Turchia. Sul circuito turco di Istanbul Park si disputa il sedicesimo appuntamento di una stagione combattutissima, che a sette gare dal termine è più aperta che mai. Dopo la vittoria di Lewis Hamilton in Russia ci sono infatti solo 2 punti a separare il sette volte Campione del Mondo e l’olandese Max Verstappen, che vuole assolutamente riprendersi la vetta del mondiale. Attenzione poi alla lotta per il terzo posto costruttori, che vede la McLaren e la Ferrari molto vicine.

CLICCA QUI: DIRETTA LIVE FP1-FP2 F1 GP TURCHIA

clicca qui: Quando e dove vedere il GP di Turchia

Il circuito di Istanbul Park, che ospita il GP di Turchia

istanbul park
Il bellissimo circuito di Istanbul Park, sede del GP di Turchia

Il GP di Turchia di Formula 1 si disputa sul circuito dell’Istanbul Park per la nona volta nella storia. Progettato da Hermann Tilke, ha ospitato la F1 per la prima volta nel 2005, per sette stagioni consecutive fino al 2011. Tornato in calendario nel 2020 è stato confermato anche per il 2021. Il circuito è lungo 5338 metri, è composto da 14 curve (8 a sinistra, 6 a destra) e ha la caratteristica inusuale per la F1 di essere in senso antiorario.

Il tracciato turco presenta una delle curve più iconiche della Formula 1, la mitica curva 8, lunga sequenza verso sinistra che ha ben quattro punti di corda ed è molto complicata da affrontare. Inoltre è realizzato su un’area collinare e sono presenti vari saliscendi che creano vari punti cechi per i piloti. L’edizione 2020 è stata caratterizzata dall’asfalto scivoloso, che rendeva la guida molto difficile per i piloti, quasi come fossero sul ghiaccio. Per il 2021 però il circuito è stato completamente riasfaltato.

F1, GP Turchia: record e statistiche del GP di Istanbul Park

felipe massa
Felipe Massa, 3 pole position e 3 vittorie nel GP di Turchia

Nelle otto edizioni disputatesi all’Istanbul Park il pilota più vincente è stato Felipe Massa. Il brasiliano si è infatti imposto per tre volte consecutive, tra il 2006 e il 2008. Nel 2006 Massa realizzò qui la sua prima pole position in carriera e il giorno successivo ottenne la sua prima vittoria. Nell’albo d’oro troviamo due volte il nome di Lewis Hamilton, capace di vincere in Turchia nel 2010 e nel 2020. Nel 2010 la corsa fu segnata dall’incidente tra le due Red Bull di Vettel e Webber, che diedero strada libera all’inglese. Nel 2020 invece Hamilton vinse al termine di una gara bagnata, con la quale si aggiudicò matematicamente il settimo titolo mondiale. Gli altri vincitori in Turchia sono Kimi Raikkonen (2005), Jenson Button (2009) e Sebastian Vettel (2011).

lance stroll
Lance Stroll, autore di una fantastica pole position nel 2020

La scuderia più vincente è la Ferrari, grazie alle tre affermazioni di Felipe Massa. Segue la McLaren con due vittorie e chiudono Brawn GP, Red Bull e Mercedes con un successo a testa. Il brasiliano Massa detiene il record di pole position, tre, mentre sono due quelle ottenute da Sebastian Vettel. Chiudono il cerchio Raikkonen, Webber e Stroll con una, che per Stroll è la prima e fino ad ora unica in carriera. Fernando Alonso è il pilota che ha ottenuto più podi in Turchia, quattro, pur senza mai aver vinto la gara. Il giro più veloce in gara è stato ottenuto da Juan Pablo Montoya su McLaren nel 2005, con il tempo di 1’24”770.

LEGGI ANCHE:
Vittoria di Colbrelli alla Roubaix, il ciclismo italiano è davvero in crisi?
FIGC, Il nuovo logo istituzionale ispirato ai primi palloni da calcio
Baskonia-Olimpia Milano, Eurolega: quando e dove vederla?

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.