Francesca Liberatore FW19, sulla luna con Laika
Moda

FRANCESCA LIBERATORE FW19, SULLA LUNA CON LAIKA

L’outer space della collezione Francesca Liberatore FW19 visto dagli occhi di Laika: successo alla Milano Fashion Week

La collezione Francesca Liberatore FW19 schizza in orbita. E la cagnetta Laika ritorna, immaginariamente, tra le stelle.

Non bastano i caschi in dotazione agli astronauti durante le loro missioni spaziali per immaginarci tra le galassie. La Liberatore fissa la sua bandiera accanto a quella piazzata durante la Missione Apollo 11 del 1969. Ed è subito successo.

E cinquant’anni dopo, e ad una distanza di circa 384.400 km da essa, il mito dello sbarco sulla luna prende forma nella Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale, un tempo luogo delle meraviglie ed oggi bramoso di restauro.

Ma nel front row l’attenzione è riservata alla collezione autunno/inverno 2019-20 di Francesca, un tripudio di lamine scintillanti e di neri potenti che rimembrano la superficie della luna e lo spazio infinito che la circonda.

Il defilé Francesca Liberatore FW19 mostra un carattere indomabile, imperturbabile. Indice di una maturità giunta al suo compimento.

Eterna come Laika, la collezione mostra i capisaldi della struttura creativa della designer romana con le sue balze che scansano ogni livrea ma che ottengono rifinitura attraverso tessuti laminati e black silk.

Assenza di chiusure, zip e bottoni e via libera al velcro che si ispira alle tute degli astronauti. E ancora tessuti jacquard e pelliccia per una soluzione luxury e raffinata.

In ricordo di Laika

Ci hanno insegnato che Laika era una cagna felice, domabile, arguta ed intelligente.

Ma Laika fu lasciata morire nello spazio per una missione ritenuta fallimentare ancor prima del suo lancio in orbita.

Laika non nacque sotto una buona stella. Condivideva la sua vita con le stelle, le stesse che la coccolarono fino al suo ultimo respiro. Braccata dalla solitudine fino alla fine.

Randagia, la chiamarono. Una fra tante ma la migliore per quella missione.

Nove orbite attorno alla Terra e poi tutto tacque. Uno fra i tanti fallimenti umani, al quale i responsabili della missione dovettero rimediare con una giustificazione credibile, all’epoca.

Ma Laika non fu avvelenata per evitarle una morte atroce.

Laika morì tra le sofferenze di un caldo insopportabile, in una capsula che la infuocò in un arco di tempo lungo quanto basta per farla soffrire. Era il 3 novembre 1953.

Leggi anche

Versace FW19 tra grunge e bondage luxury

la voce Francesca Liberatore è consultabile sul Dizionario della Moda di MAM-e.it

“Francesca Liberatore nasce a Roma nel 1983. Dopo la laurea in Fashion Womanswear al Central Saint Martins di Londra, lavora negli uffici stile di famose maison. Tra queste: Viktor & Rolf ad Amsterdam, Jean Paul Gaultier a Parigi e Brioni Donna di ritorno in Italia.”

READ MORE

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *