Francia Macron super green pass e booster a tre mesi
NEWS

Francia: Macron introduce Super green pass e terza dose a tre mesi

Alla riunione del Consiglio di Difesa sanitaria Emmanuel Macron ha introdotto le nuove misure anti-covid

Francia Macron annuncia la nuova stretta anti-Covid  in Francia, dopo il record di oltre 100mila casi registrato nel giorno di Natale. L’esecutivo ha scelto di non imporre un coprifuoco per il Capodanno e di non chiudere cinema e teatri come in Belgio per non far pesare sui vaccinati nuove restrizioni.

FRANCIA: MACRON SPINGE SUI VACCINI

La situazione Covid in Francia negli ultimi giorni ha dimostrato un enorme rialzo della curva epidemiologica sferrando i 100mila casi nel giorno di Natale. Il tasso di incidenza ha superato i 700. Emmanuel Macron, presidente della Repubblica francese convocato al Consiglio di Difesa sanitario all’Eliseo ieri, è stato costretto a prendere subito dei provvedimenti, puntando sulle vaccinazioni. Il 76% della popolazione francese ha già ricevuto due dosi, ma ci sono ancora tanti no vax che rischiano di mettere in pericolo gli altri. La Francia sceglie, quindi, il metodo 2G per le attività sociali utilizzato anche in Germania. Le due G che stanno a significare geimpft, vaccinato e genesen, guarito.

“Vogliamo far pesare le nuove restrizioni sui non vaccinati”

Ha detto il primo ministro Jean Castex.

La scadenza per ottenere il booster è stata ridotta: solo tre mesi dopo l’ultima dose. In totale 22 milioni di francesi hanno ricevuto la terza dose.

FRANCIA MACRON INTRODUCE IL “SUPER GREEN PASS”

Emmanuel Macron ha deciso di trasformare l’attuale pass sanitario in una nuova certificazione verde simile al super green pass italiano. Per chi non ha avuto le due dosi, ancora cinque milioni di francesi, diventerà praticamente impossibile viaggiare su un treno o un aereo, frequentare un cinema o una palestra. Una forma di lockdown per i no vax che si è rivelata efficace per frenare l’epidemia in Germania. La nuova certificazione verde entrerà in vigore dal 15 gennaio, quando il Parlamento approverà la legge.

Il ministro della Salute Olivier Véran ha fatto sapere che il Paese è in corsa contro il tempo, prevedendo fino a 250mila nuovi contagi al giorno a inizio gennaio a causa della variante Omicron:

“Se Omicron è meno sensibile ai vaccini per prevenire l’infezione, la terza dose fa risalire del 90% la protezione contro le forme gravi”

LE NUOVE POSSIBILI REGOLE

Il governo ha promesso di alleggerire le regole di isolamento e quarantena. Oggi anche un vaccinato positivo o un vaccinato che ha avuto un contatto con un infetto è costretto a non uscire di casa per un periodo fino a 17 giorni. Senza una revisione della normativa, la Francia rischia una paralisi dell’economia e dei servizi pubblici. Per adesso l’esplosione dei contagi non ha ancora ripercussioni devastanti sugli ospedali, ma i prossimi giorni saranno decisivi.  Tornano invece la possibilità per i prefetti di rimettere l’obbligo di mascherine nelle strade, il divieto di consumo al banco nei caffè e i limiti per gli assembramenti salvo per i comizi politici.

LEGGI ANCHE:

Negli Usa ridotta la quarantena per i positivi asintomatici a cinque giorni, Cdc: Mantenere in funzione la società

Riduzione della quarantena per chi ha la terza dose: il cts mercoledì 29 dicembre

Covid: tutte le nuove regole per il rientro in Italia, tra tamponi e quarantena

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.