franco locatelli
NEWS

Franco Locatelli: quarta dose da non escludere per rischio varianti, ma è cauto sull’emergenza Omicron

Franco Locatelli: quarta dose una possibilità, ma ora la variante Omicron è sotto controllo

Franco Locatelli sulla quarta dose. Il coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico e presidente del Consiglio Superiore di Sanità si è espresso sulla situazione di emergenza in Italia e nel mondo per la paura della variante Omicron. Locatelli tiene a sottolineare che i vaccinati sono protetti.

«Ad oggi – ha dichiarato – nessuna variante si è dimostrata resistente all’effetto dei vaccini». Ha inoltre aggiunto che «la terza dose per contrastare anche questa nuova variante è necessaria». Per il momento, quindi, i vaccini che possediamo sembrano efficaci di fronte alle nuove mutazioni del Covid-19.

Secondo Locatelli, inoltre, non si può escludere la possibilità di una quarta dose. Potrebbe essere necessario infatti “aggiornare” la protezione del vaccino attraverso delle dosi booster nel corso tempo.

La variante Omicron porta con sé molte mutazioni del virus, ma secondo il Professore non vuol dire necessariamente che ci sarà un calo esponenziale nell’efficacia vaccinale. Di certo qualcosa nella protezione del vaccino si ridurrà, ma questo incentiverà maggiormente a procedere con i richiami e a indurre i No Vax a immunizzarsi.

franco locatelli

Franco Locatelli non esclude la quarta dose, ma è cauto davanti a Omicron

Il Professor Locatelli si è detto cauto di fronte alla diffusione di Omicron. «Preoccupati mi sembra un termine eccessivo» ha spiegato. E poi ha aggiunto: «Quello che sappiamo è che in Sudafrica c’è stato un incremento del 260% nel numero di contagi. Questo fa ipotizzare che sia una variante caratterizzata da una maggiore contagiosità».

Per Locatelli sono giustificate le restrizioni nei voli dal Sudafrica intraprese dai Paesi Ue dove si sono già riscontrati alcuni casi Omicron. Ma sulle misure di altri Paesi come il Giappone, dove c’è stata la chiusura delle frontiere pur senza alcun caso della variante, ha sottolineato la necessità di rimanere cauti.

Locatelli ha aggiunto che la nuova variante andrà tenuta sotto controllo con gli studi. «Dobbiamo capire – ha spiegato – se ha una maggiore patogenicità, cioè capacità di provocare malattia grave. Dai dati che arrivano dall’Africa sembrerebbe di no. Ma c’è da ricordare che la popolazione sudafricana è decisamente più giovane della nostra».

franco locatelli

Vaccini agli under 11?

Franco Locatelli si è anche pronunciato rispetto alla possibilità di vaccinare i bambini. Dal 23 dicembre, infatti, dovrebbero partire le vaccinazioni per gli under 11. «Per quel giorno – ha spiegato il Professore – saranno disponibili le formulazioni pediatriche. La dose per la fascia di età 5-11 anni è un terzo rispetto alla dose per un adulto».

 

Leggi anche:

Oms: rischio Omicron “molto elevato”. Oggi vertice G7 straordinario a Londra

Variante Omicron in Europa: massima allerta, si attendono decisioni comuni tra governi

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *