Giornata internazionale dei diritti dei migranti
Attualità

Giornata internazionale dei diritti dei migranti

18 Dicembre, La giornata internazionale dei diritti dei migranti

Giornata internazionale dei diritti dei migranti, proclamata negli anni 2000 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

La storia della giornata internazionale dei diritti dei migranti

La scintilla si innesca nel 1972 quando un camion che avrebbe dovuto trasportare macchine da cucire ha un incidente sotto il tunnel del Monte Bianco nel quale perdono la vita 28 lavoratori originari del Mali.
Nascosti nel camion, viaggiavano da giorni verso la Francia alla ricerca di un lavoro e di migliori condizioni di vita. La notizia della tragedia induce le Nazioni Unite ad occuparsi delle condizioni dei lavoratori migranti.
Nel 1979 l’Assemblea Generale dell’ONU istituisce un gruppo di lavoro con il compito di redigere una apposita Convenzione. Questa doveva contemperare le posizioni dei Paesi di provenienza dei flussi migratori e quelle dei Paesi destinatari.

La Convenzione per la protezione dei diritti di tutti i lavoratori migranti e dei membri delle loro famiglie

Questa convenzione vede la luce il 18 dicembre 1990, appunto, ed entra in vigore nel 2003 al raggiungimento del numero minimo di ratifiche previsto. Ad oggi, purtroppo, la Convenzione annovera solo 47 ratifiche, la quasi totalità delle quali da parte di Paesi di provenienza dei flussi migratori. L’Italia, tuttavia, non è tra i Paesi che l’hanno ratificata, così come il resto dei Paesi europei.

Nel 2010, in occasione del 20° anniversario dall’adozione della Convenzione, è stata lanciata dalle Nazioni Unite una campagna globale per promuoverne la ratifica.
La Convenzione riconosce la specifica situazione di vulnerabilità dei lavoratori migranti e promuove condizioni di lavoro e di vita dignitose e legittime. Fornisce, inoltre, una guida per l’elaborazione di politiche nazionali in materia di migrazione basate sul rispetto dei diritti umani e propone una serie di disposizioni per combattere gli abusi e lo sfruttamento dei lavoratori migranti e dei membri delle loro famiglie nel corso del processo migratorio.
Giornata internazionale dei diritti dei migranti
Oggi, 18 dicembre, è la giornata internazionale de diritti dei migranti.

Il tema della migrazione in ambito internazionale

La migrazione è un tema di fondamentale importanza ai tempi d’oggi in ambito internazionale, e allo stesso tempo accompagna da sempre la storia umana; anche per questo si è sentito il bisogno di istituire la giornata internazionale dei diritti dei migranti.

D’altra parte però l’attenzione globale riservata a questo fenomeno è dovuta soprattutto all’aumento delle emergenze e delle situazioni critiche che la migrazione internazionale presenta. Per affrontare queste sfide è necessaria una forte collaborazione sovranazionale per azioni forti e concrete. Le Nazioni Unite stanno giocando un ruolo attivo fondamentale in questo ambito, promuovendo dialoghi e cooperazioni tra stati, attraverso diverse opportunità di collaborazione.

È importante ricordare che proprio l’ONU il 19 settembre 2016 ha sottoscritto una serie di impegni, raccolti nella Dichiarazione di New York per i migranti e i rifugiati, durante il primo incontro riguardante i grandi spostamenti di queste persone in modo da poter aumentare la protezione nei loro confronti.

Questa dichiarazione sottolinea nuovamente l’importanza di una cooperazione globale da parte degli Stati Membri. A questa dichiarazione sono seguiti due nuovi accordi nel 2018: l’accordo globale sui rifugiati e l’accordo globale per una migrazione sicura, ordinata e regolare (il Global compact for migration). Quest’ultimo è stato firmato da 164 paesi, ma l’Italia, nonostante la partecipazione a tutte le fasi del negoziato nel corso degli ultimi due anni, ha deciso di non firmare l’accordo.

Per saperne di più: la giornata sul portale Onu

Leggi anche:

I temi di Draghi oggi alla Camera: dalla variante Omicron e il rincaro bollette alla strage di Ravanusa e il problema migranti

La Manica è teatro di una tragedia: strage di migranti, almeno 31 sono annegati nelle acque gelide

Polonia bambino muore di freddo: la situazione dei migranti è ogni giorno più drammatica

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.