Giorni della Merla
Lifestyle

Giorni della Merla: perché si chiamano così?

I giorni della merla (bianca diventata poi nera) secondo la leggenda sono i più freddi dell’anno

I giorni della merla sono i giorni più freddi dell’anno. C’è chi li combacia con gli ultimi tre giorni di gennaio, il 29-30-31. Ma c’è li posticipa, invece, di un giorno, considerando anche il primo giorno di febbraio. L’andamento meteorologico di queste tre giornate, secondo la tradizione, si dice possa prevedere l’andamento delle successive stagioni. Se sono fredde la primavera sarà calda e gradevole, se al contrario, sono tiepide, i mesi primaverili arriveranno con ritardo.

La leggenda dietro i giorni della merla: la più comune

Sono diverse in realtà le leggende che tramandano ai giorni della merla. La più comune e diffusa è quella che narra di una merla bianca, colta dall’improvviso freddo gelido. Questa trovò riparo dentro un camino. Quando dopo tre giorni ne uscì fuori, era completamente nera dalla fuliggine. Da allora tutti i merli sarebbero diventati neri.

giorni della merla

 

La seconda leggenda: il rapporto tempestoso tra gennaio e una merla bianca

Ma c’è un’altra leggenda, che parla del rapporto tempestoso tra il mese di gennaio e una merla dalle piume bianche. In questa leggenda la merla era vittima di gennaio, freddo e poco soleggiato, che si divertiva a farle continuamente dei dispetti. Aspettava, infatti, che lei uscisse dal nido, alla ricerca di cibo, per gettare sulla terra il freddo e il gelo. E così, un giorno il volatile stanco di essere preso di mira, decise di uscire solo una volta e fare provviste sufficienti per un lungo periodo. Fatto tutto tornò nella sua tana senza uscirvi per tutto il mese, che allora aveva solo 29 giorni. Arrivato l’ultimo giorno del mese la merla, pensando di averla fatta franca, uscì dal suo nascondiglio e si mise a cantare e a prendere in giro gennaio. Quest’ultimo si arrabbiò così tanto che chiese tre giorni in prestito a febbraio attivando una tremenda vendetta fatta di bufere, vento, pioggia e neve. La merla, costretta a correre ai ripari, trovò un caldo posto in un camino e vi rimase per tre giorni. Quando arrivò il momento di uscire, le sue candide piume erano diventate nere e così rimasero. Ed in effetti in questa leggenda c’è un po’ di verità. Infatti nel calendario romano il mese di gennaio si componeva solo di 29 giorni. Solo dopo molto tempo sono diventati gli attuali 31.

giorni della merla

Le tradizioni

A Cremona si rivive la cultura contadina con i canti popolari: i giorni della merla si celebrano gli ultimi due giorni di gennaio e il primo di febbraio con canti, danze e poesie popolari. In Friuli, invece, i contadini per lungo tempo hanno osservato le condizioni metereologiche nei giorni finali di gennaio per fare delle previsioni sui raccolti.

giorni della merla

Le due ipotesi di Sebastiano Pauli

Sebastiano Pauli pubblica nel 1740 due ipotesi di spiegazione:

«I giorni della Merla in significazione di giorni freddissimi. L’origine del quel dettato dicon esser questo: dovendosi far passare oltre Po un Cannone di prima portata, nomato la Merla, s’aspettò l’occasione di questi giorni: ne’ quali, essendo il Fiume tutto gelato, poté quella macchina esser tratta sopra di quello, che sostenendola diè il comodo di farla giugnere all’altra riva. Altri altrimenti contano: esservi stato, cioè un tempo fa, una Nobile Signora di Caravaggio, nominata de Merli, la quale dovendo traghettare il Po per andare a Marito, non lo poté fare se non in questi giorni, ne’ quali passò sopra il fiume gelato»

I giorni della merla 2022

Quest’anno il mese di gennaio è destinato a chiudersi in siccità. Complice l’anticiclone delle Azzorre che in modo anomalo sta interessando buona parte dell’Europa occidentale, Italia compresa. A caratterizzare il quadro meteorologico proprio in vista dei giorni della Merla, ci sarà un massimo di alta pressione che porterà tempo soleggiato e piuttosto mite. La discesa di venti di favonio potrebbe far aumentare le temperature al Nord Ovest anche su lavoro eccezionalmente alti. Aria più fredda coinvolgerà invece le regioni del Sud, in particolare il settore adriatico più esposto ai venti proveniente dai Balcani. Qui il gelo si farà sentire con temperature sotto norma.

 

LEGGI ANCHE:

Polonia bambino muore di freddo: la situazione dei migranti è ogni giorno più drammatica

Speciale autunno/inverno: come proteggere la pelle dal freddo

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.