Architettura,  Design

IL DESIGN ASTRATTO DI JASPER MORRISON FIRMATO VITRA

Il designer reinventa Vitra per la casa-studio di un artista all’interno della VitraHaus di Herzog & de Meuron

L’edificio dalla forma archetipica, costruito all’interno del Campus Vitra di Weil am Rhein, in Germania, è utilizzato come flagship store e sede della Vitra Home Collection, i cui mobili e arredi di design sono messi in mostra realizzando dei particolari set-up per creare vere e proprie case abitate.

Il brand svizzero considera tutti gli arredi come un collage personale che cambia nel tempo rispetto ai gusti, alle preferenze e alle esigenze del proprietario. Per esporli quindi, affida a designer e architetti di fama internazionale, il compito di soddisfare le richieste di particolari clienti, che loro stessi inventano.

Oggi, al primo piano della VitraHaus, si può osservare il restyling ad opera del designer britannico, pensato come l’appartamento di un artista astratto che, come racconta Morrison: «non mette in mostra le sue sculture, perché ormai nessuno è più interessato all’arte astratta, quindi vive in casa con loro e invita di tanto in tanto la gente a cena, per mostrare loro il suo lavoro».

L’esposizione si sviluppa intorno al tema dello spazio living, in parte salotto, in parte studio, in parte ufficio. All’interno dell’ambiente le opere creano un’atmosfera semplice ed elegante, di grande impatto emotivo.

Un’atmosfera che potremmo definire super normal riprendendo il manifesto con cui Jasper Morrison e Naoto Fukasawa mostrano quello che per loro il design dovrebbe essere: il progetto di oggetti che si misurano con la realtà quotidiana della vita.

La super normalità per loro è una speciale qualità che permea le cose e che invece di limitarsi all’apparenza visiva, riguarda la percezione attraverso il loro uso, che si acquisisce nel tempo.

Lo scultore artigiano, un po’ eremita,  non poteva essere soggetto più azzeccato per comunicare il messaggio. Gli attrezzi che fanno da sfondo agli oggetti di design rimandano ad una tradizione del fare a mano che ricorda le vere radici del design, un mestiere il cui obiettivo è cercare di migliorare l’ambiente creato dall’uomo, dimenticando l’ego creativo dell’autore e concentrandosi sull’autenticità.

Forse per questo Jasper Morrison sceglie, per i prodotti firmati da lui una tavolozza di colori tenui, come il grigio del Soft Modular Sofa o il marrone del legno del tavolo Plate Table e del sughero dello sgabello Cork Family.

Per creare una buona atmosfera e un’equilibrio di tonalità, decide invece, di evidenziare i prodotti di altri designer con colori audaci, tinte luminose, come il verde acceso della sedia Allstar di Konstantin Grcic.

Come un pittore astratto Jasper Morrison gioca con i colori su forme semplici perchè “Troppo colore e l’equilibrio sarebbe stato rotto, troppo poco e sarebbe stato noioso” e ci regala la sua visione di come dovrebbe essere arredata, per lui, la casa di un artista.

 

Articoli correlati

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!