ritorno musica vintage
Lifestyle,  Musica

Il ritorno della musica vintage tra vinili e piattaforme di streaming

I Gen Z riscoprono gli anni passati grazie al ritorno della musica vintage

È risaputo che le mode siano cicliche e che, prima o poi, siano tutte destinate a tornare. In questi anni è il turno della musica vintage, che sta ritornando carica e irrefrenabile tra i più giovani, soprattutto tra la Generazione Z.

La rivincita del vintage: vinili e musicassette

Vinili e musicassette sono ormai oggetti di tutti i giorni, perfetti da ascoltare o semplicemente per decorare la propria camera con un tocco vintage. Il mercato del vinile ne ha sicuramente giovato e il più venduto in Italia è stato The Dark Side of the Moon dei Pink Floyd, mentre negli Stati Uniti Hotel California degli Eagles occupa il posto d’onore da ormai tre anni.

Negli ultimi anni l’industria dei vinili e delle musicassette è ritornata in auge. Questo non solo per via della ricoperta dei vecchi artisti, ma anche grazie alla nuova moda del ritorno al passato tra i talenti contemporanei. Proprio per questa ragione, negli ultimi anni si sta assistendo ad una vera e propria riscoperta di questi vecchi supporti musicali. Moltissimi artisti da tutto il mondo hanno iniziato a rilasciare la loro musica non solo sui moderni CD e piattaforme di streaming, ma anche su vinili e musicassette per adattarsi a questa nuova tendenza.

ritorno musica vintage

L’unione tra vintage e contemporaneità

Oltre alla ricomparsa di vinili e musicassette, la musica vintage si è fatta strada anche attraverso le piattaforme di streaming musicale come Spotify e Apple Music e, dunque, inevitabilmente, anche tra la generazione dei più giovani. Secondo una ricerca di IFPI (International Federation of the Phonographic Industry), infatti, i brani anni ’80 e ’90 sono ascoltati rispettivamente dal 28% e il 23% dei ragazzi tra i 16 e i 24 anni, mentre il 15% di loro ha dichiarato di ascoltare musica anni ’70.

Gli artisti di un tempo non sono i soli ad essere tornati in auge, bensì anche i suoni della musica vintage, soprattutto quelli propri degli anni ’80, che negli ultimi anni molti artisti contemporanei hanno ripreso e rivisitato in chiave moderna. Dal funk, disco e dance pop fino alla nuova elettronica e new wave, i nuovi gruppi eredi delle suggestioni vintage sono sicuramente gli Strokes, insieme ai Vaccines, gli Arcade Fires e i Killers. In Italia invece troviamo i Thegiornalisti, i quali hanno ribadito più volte le loro influenze provenienti dalla musica di una volta. Un altro artista interessante è sicuramente l’australiano Tame Impala, la cui discografia è da sempre fortemente intrisa di sound anni ’70 e ’80.

Leggi anche:

Studiare con la musica? Top 3 Playlist Spotify

Morto Meat Loaf: il suo album Bat Out of Hell tra i più venduti della musica rock

Il vintage non è moda, ma è un modo di vivere: Aloe & Wolf il negozio vintage di Siena

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.