Voto fuori sede
Attualità,  News

Il voto è un diritto? Non per i fuori sede – tariffe (relativamente) agevolate

Domenica, 25 settembre, tutti gli italiani saranno chiamati alle urne. Il voto è un diritto, non per i fuori sede.

In vista delle elezioni politiche, sono state promosse delle tariffe agevolate, per tutti i fuori sede che vorranno recarsi alle urne ed esprimere la loro preferenza. Compagnie aeree e treni hanno promosso delle iniziative per agevolare tutti gli elettori. Vediamo come usufruirne.

Agevolazioni per il voto dei fuori sede

Il Ministero dell’Interno ha pubblicato le circolari n.99/2022 e n. 100/2022, nelle quali rende noto che è possibile consultare le tariffe di viaggio agevolate. I destinatari sono tutti gli elettori che vorranno recarsi a votare nel comune di residenza. Seguono tutte le promozioni.

ITA AIRWAYS

La compagnia Ita Airways ha promosso un sconto, sui biglietti aerei, per chi sceglierà i propri voli per far ritorno al proprio comune di residenza. Lo sconto sarebbe del 50% per i voli nazionali, ma l’offerta non include i costi delle tasse e dei supplementi.

TRENITALIA

Trenitalia spa rilascerà, invece, biglietti nominativi di andata e ritorno, con la riduzione del 60% sulle tariffe regionali, e del 70% sul prezzo base per tutti i treni del servizio nazionale e per il servizio cuccette. Inoltre, i biglietti possono essere acquistati per i viaggi da effettuare nell’arco temporale di venti giorni, dal giorno della votazione, e sarà importante mostrare la tessera elettorale alla partenza o al ritorno.

ITALO

Italo offre una riduzione del 70%, agli elettori, per i biglietti ferroviari emessi con le offerte Flex, Extratempo e Bordo. Mentre per l’offerta Economy prevede uno sconto del 60%.

TRENORD

Trenord ha promosso uno sconto del 60% sui viaggi in 2° classe.

Mentre per quanto riguarda la linea di trasporti romana, ATAC, e la linea dei trasporti napoletana, ANM, per il momento, non hanno pianificato alcuna iniziativa per gli elettori fuori sede.

FLIXBUS

Anche Flixbus partecipa a questa iniziativa. Infatti, la compagnia rimborserà il viaggio di andata di tutte le persone che, fra lunedì 19 settembre e domenica 25 settembre, sceglieranno di raggiungere il loro comune di residenza con i loro bus.

“Io voto fuori sede” la petizione

Tuttavia queste agevolazioni non sono sufficienti. Molti dovranno rinunciare al voto per le elezioni, perché il costo dei biglietti rimane comunque elevato e non accessibile a molti. Ovviamente, la causa non è solo il costo, ma anche la burocrazia, impegni legati allo studio e al lavoro che non permettono di effettuare viaggi lunghi durante il weekend elettorale. Per questo motivo in molti hanno deciso di far sentire la propria voce, firmando la petizione di “Io Voto Fuori Sede”. La petizione ha riscosso molto successo, ha collezionato decine di migliaia di firme.

Secondo l’ISTAT, in Italia, ci sono circa 4.9 milioni di persone alle quali viene sistematicamente preclusa la possibilità di esercitare il diritto di voto. Sono soprattutto i giovani ad essere penalizzati, moltissimi dei quali provenienti dal Sud, che si trovano al Nord per motivi di studio o di lavoro. Il nostro Stato, per il momento, offre delle deroghe solo ai militari, alle forze dell’ordine e a chi si trova ricoverato in ospedale. Quello che viene chiesto, attraverso la petizione, è di avere una legge sul voto fuori sede  come già avviene in molti altri paesi europei. Infatti sono solo l’Italia, Cipro e Malta, gli unici paesi membri dell’Unione europea, a non garantire una forma accessibile di voto agli studenti e lavoratori fuori sede, che si trovano fuori dai luoghi di residenza.

Voto fuori sede: il parere dei Vip

Molti personaggi famosi hanno mostrato il loro interesse alla causa. Da Luca Argentero, che esprime il proprio dissenso attraverso i suoi canali twitter, a Un terrone a Milano (Stefano Maiolica), che invece realizza un reel ironizzando sul tema.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Torcha (@torcha)

Leggi anche:

Elezioni politiche 2022: come si vota il 25 settembre e in cosa consiste la legge elettorale

Elezioni politiche 2022, le ultime dichiarazioni dei politici

Verso le elezioni: Draghi dopo Draghi

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *