d'amore e ombra
Libri

Isabel Allende: D’amore e ombra, fra dittatura e verità

D’amore e ombra, Isabel Allende racconta il Cile e l’amore sotto la dittatura di Pinochet 

Isabel Allende è una scrittrice e giornalista cilena naturalizzata americana nata il 2 Agosto 1941.

Talune volte è necessario mettere dei punti nella storia, dei segnalibri che ci ricordino cosa è esattamente accaduto. Piccoli post-it certo, che però sappiano rimanere immutabili rispetto al fuorviare del tempo e immuni a qualsivoglia tentativo di utilizzo retorico successivo. Isabel Allende con D’amore e ombra cerca proprio questo: romanzare il vero per renderlo a tutti accessibile ma mantenendo le verità fondanti, i drammi vissuti vividi, le paure di un popolo, quello cileno, vere e tangibili alla lettura.

Chi era Augusto Pinochet e perchè Isabel Allende sceglie di raccontare in D’amore e ombra la sua dittatura?

Augusto Pinochet  (Valparaíso, 25 novembre 1915 – Santiago del Cile, 10 dicembre 2006) è stato il dittatore, sotto vari titoli, del Cile dal 1974 al 1990. Venne supportato dagli USA durante tutto il suo mandato. Agli inizi godette dell’appoggio in particolare di Richard Nixon e Henry Kissinger in funzione anti-comunista, il cui movimento in Cile aveva raggiunto poco prima del suo golpe il massimo storico. Verrà condannato per crimini contro l’umanità vista la sua durissima politica contro i dissidenti, spesso fantomatici, spesso semplicemente ex iscritti al partito comunista locale.

d'amore e ombra
Isabel allende

D’amore e ombra racconta proprio della lotta di due giornalisti (realmente esistiti e conoscenti della stessa Isabel Allende) nel portare alla luce un crimine efferato, l’omicidio di Evangelina Ranquileo, una ragazza di origini umili che soffriva di epilessia. Le avventure che il fotografo Francisco Leal e la giornalista Irene Beltram vivranno per dirimere questo intricato mistero li porterà a scoperchiare l’orrore del regime di Pinochet. In una cava colma di corpi troveranno infatti seppellita la verità ombrosa e in una casa abbandonata li vicino faranno poi, per la prima volta, l’amore. D’amore e ombra.

Personaggi principali di d’amore e ombra di Isabel Allende

I personaggi principali sono i già citati Francisco Leal e Irene Beltram. La loro estrazione sociale è sicuramente un espediente molto efficace che Isabel Allende utilizza per descrivere due facce della società cilena, spaccata fra una nobiltà decadente e un ceto medio impoverito e vessato dalla prepotenza dei militari. Veri padroni senza giurisdizione del loro destino. Irene Beltram è figlia di una nobile in decadenza, Beatriz Alcantara, e di Eusebio Beltram, che ha abbandonato la famiglia stritolato dai debiti per continuare a investire sulle sue folli idee. Francisco Leal, psicologo per studi, fotografo quasi per necessità, invece proviene dall’umile ceto medio: i suoi genitori ironicamente erano scappati dalla dittatura di Francisco Franco, trovandosi nelle medesime condizioni in Cile. Il padre di Francisco è un professore e comunista convinto, il cui ideale, seppur sbiadito dal tempo, mai lo abbandonerà.

L’ambientazione di D’amore e ombra di Isabel Allende

L’ambientazione è un Cile devastato e nelle mani ombrose dei colonnelli.  Isabel Allende lo descrive attraverso i suoi colori, spesso antitetici, come la contrapposizione fra la vallata verdeggiante dove Francisco e Irene vanno a rifugiarsi per ritrovare la calma e le campagne quasi cupe con le persone trasfigurate dalla fatica e intrise di un misticismo a tratti grottesco e anacronistico rispetto al 1970 in cui si trovano. La madre di Evangelina infatti si affida alla consulenza di maghi, fattucchiere e levatrici dai poteri magici prima di portare la figlia in un ospedale. L’assenza di risposte porterà il villaggio di contadini a pensare che Evangelina, gravemente epilettica, abbia poteri taumaturgici.

Lo stile di D’amore e ombra di Isabel Allende

Isabel Allende ci dona un libro dai ritmi veloci certo, la storia non aspetta nessuno soprattutto quando va fatta, ma dolci come l’amore fra Francisco e Irene, che riescono a far sembrare un ovvia fotografia quello che per molti è mistero o negazione. Ti trascina l’Allende. ti porta con se’ a tempo con l’infittirsi del mistero, fino a che esso al lettore non pesa, sul cuore nel mio caso, ma potrebbe assestarsi anche alla gola o nello stomaco.

Spostare la pietra che occlude la verità ha un costo anche per noi che comodi lo leggiamo crogiolandoci nelle libertà occidentali. Il punto di svolta è di sicuro la bomba che esplode. Rompe nettamente il climax del libro e risulta essere il vero acme. Da lì in poi il fiato è sospeso tanto quanto il destino di Irene.

Il commento su d’Amore e ombra di Isabel Allende

Consiglio il libro vivamente sia a chi è in cerca di un romanzo storico sia a chi, raffreddato dalla quotidianità, cerca un amore con cui scaldarsi o a cui ambire. Se vuoi acquistarlo clicca qui

Isabel Allende, in esilio in Venezuela mentre scrive questo libro, ci insegna a non cercare solo l’amore ma anche il sentimento. Non solo la verità ma anche la giustizia. A tratti ci si chiede, come in tutti i più grandi romanzi storici, se possa mai essere accaduto tutto ciò. Se per assurdo non esista una fanta-storia che ci costringono a studiare . Ecco perché sono importanti questi post-it, romanzi certo, ma che evitano che un ondata di ignoranza collettiva diventi il prossimo cancro, il prossimo dittatore. Dare per scontata la libertà è un errore che all’umano come essere non è concesso. In questo secolo dove la libertà è un benefit per pochi.

Leggi anche:

Isabel Allende torna in libreria con: Donne dell’anima mia

Violeta, il nuovo romanzo di Isabel Allende uscito il 3 febbraio già primo in classifica

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *