kobe bryant
sport

Kobe Bryant: 5 anni fa l’ultima partita della sua lunga carriera NBA

NBA, Kobe Bryant e l’ultima partita da record: 60 punti contro gli Utah Jazz. Il premio oscar per “Dear Basketball” e il tragico incidente aereo

“Mamba Out”: con queste parole Kobe Bryant annunciò il suo ritiro il 13 aprile del 2016, dopo la sua ultima partita in NBA contro gli Utah Jazz. Una leggenda dentro e fuori dal campo, stroncata dal tragico incidente aereo in cui perse la vita insieme alla figlia Gianna Maria-Onore, avuta dalla moglie Vanessa. Dopo il ritiro, Black Mamba aveva continuato a vincere: premio Oscar per la sua lettera d’addio alla pallacanestro “Dear Basketball“.

kobe bryant
Black Mamba

“Mamba Out”: il ritiro di Kobe Bryant dal basket, dopo l’ultima partita da record (60 punti) contro gli Utah Jazz

Kobe Bryant non poteva salutare la NBA in modo migliore, se non con una prestazione leggendaria: 60 punti nella sua ultima partita con i Lakers vinta allo Staples Center contro Utah (101-96). Un altro record nella carriera del Black Mamba: tante le gare oltre quota 40 punti, ma unico giocatore di sempre a riuscirci oltre i 37 anni di età. Una notte che tutti gli appassionati di basket ricordano anche per l’ultimo saluto ai tifosi con la celebre frase “Mamba Out“.

Il premio oscar di Kobe Bryant per “Dear Basketball”

Dopo il suo ritiro dallo sport, il Black Mamba aggiunse un altro trofeo alla sua bacheca: nel novembre 2015, Kobe Bryant aveva scelto di dare l’addio al basket giocato con una lettera “Dear Basketball“, che ispirò il cortometraggio realizzato con il regista Glen Kean. Queste alcune delle parti della lettera, che dimostrano il legame tra il n°24 dei Lakers e la palla a spicchi:

Caro Basket, sin dal momento in cui ho cominciato ad arrotolare i calzettoni di mio papà e a immaginare canestri decisivi per la  vittoria al Great Western Forum, mi è subito stata chiara una cosa: mi ero innamorato di te.  Mi hai chiesto il massimo sforzo, così ti ho dato il mio cuore. Hai dato a un bimbo di sei anni il sogno di essere un giocatore dei Lakers e ti amerò sempre per questo. Questa stagione è tutto quel che mi rimane da darti. Sono pronto a lasciarti andare. Volevo che tu lo sapessi, così potremo assaporare meglio ogni momento che ci rimarrà da gustare insieme. Ci siamo dati l’un l’altro tutto. Ed entrambi sappiamo che, qualsiasi cosa farò, sarò sempre quel bambino con i calzettoni, il cestino della spazzatura nell’angolo e 5 secondi ancora sul cronometro, palla in mano. 5… 4… 3… 2… 1. Ti amerò sempre. Tuo Kobe“.

Il tragico incidente: il dolore di Vanessa Bryant per Kobe e la figlia Gianna Maria-Onore

Il 26 gennaio 2020 la tragica notizia che scosse il mondo della pallacanestro: Kobe Bryant e sua figlia Gianna Maria morti in un incidente aereo, insieme ad altre sette persone. Un dolore straziante per Vanessa Bryant, che ha ricordato sua figlia Gigi e Kobe con queste toccanti parole:

“Io e Kobe siamo stati insieme da quando io avevo 17 anni e mezzo. Per lui sono stata la sua prima ragazza, l’amore della sua vita, sua moglie, la sua migliore amica, la sua confidente. Prenditi cura di Gigi, mentre io avrò cura di Nati, Bibi e Koko. Finché non ci rivedremo tutti in paradiso, siamo ancora la squadra migliore”

Soltanto dopo un anno dalla morte, è stato accertato che la causa dell’incidente fu il “disorientamento spaziale” del pilota a causa della fitta nebbia e delle condizioni meteo proibitive.

 

LEGGI ANCHE:

I migliori momenti di sport 2020: The Mamba Legacy

Steph Curry: 5 cose che non sai sul playmaker dei Warriors

Playoff Eurolega 2021: date, calendario, programma, orari tv e streaming

Se hai curiosità, consigli o vuoi saperne di più, contatta la nostra redazione: info@mam-e.it

Editor: Marta Colletto

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.