corea del nord missile giappone
News

La Corea del Nord ha lanciato un missile balistico, allerta in Giappone

La Corea del Nord ha lanciato un missile sul Giappone

Ennesima minaccia da parte di Pyongyan: la Corea del Nord ha lanciato un missile balistico che ha sorvolato la parte settentrionale del Giappone, scatenando l’allarme in diverse città nipponiche. Alcuni residenti delle prefetture di Hokkaido e Aomori sono stati evacuati nei rifugi.

A dare notizia del test sono stati i vertici militari sudcoreani: lo Stato maggiore ha riferito che alle ore 7:23 locali (00:23 in Italia) la Corea del Nord ha lanciato un missile balistico a medio raggio, che ha sorvolato la parte orientale dell’arcipelago giapponese, raggiungendo una distanza di 4.500 chilometri e un’altitudine di 970, prima di finire nell’Oceano Pacifico.

Torna la paura degli attacchi missilistici

Questo gesto suona come un ritorno al passato nell’esibizione di forza del capo di stato nordcoreano, Kim Jong Un. Il dittatore aveva fatto lanciare un missile sopra l’arcipelago giapponese per la prima volta nel 2017, al culmine della sua sfida con Donald Trump. Cinque anni dopo, Kim sembra tornare alla vecchia strategia.

In relazione a questa escalation, il capo del governo di Tokyo, Fumio Kishida, ha parlato di

“Comportamento violento”

Mentre il segretario di gabinetto, Hirokazu Matsuno, ha definito l’azione della Corea del Nord

“Una seria sfida alla pace mondiale”.

Nel loro report, le autorità costiere giapponesi, parlano di “nuovo missile”. Questo perché il 25 settembre scorso si era verificato un episodio analogo. Non solo: si tratterebbe del quinto test in dieci giorni, che questa volta ha però portato addirittura all’interruzione del traffico ferroviario per ragioni di sicurezza, specialmente per i treni superveloci Shinkansen.

Il presidente della Corea del Sud Yoon Suk-yeol ha dichiarato che il gesto della la Corea del Nord

“Viola chiaramente i principi universali e gli standard delle Nazioni Unite. Promettiamo una risposta ferma in collaborazione con gli Stati Uniti e la comunità internazionale”.

Inoltre, secondo la Corea del Sud, Kim starebbe pianificando un test nucleare che potrebbe avere luogo dopo il 16 ottobre, giorno del Congresso del Partito Comunista Cinese.

Le risposte internazionali al lancio del missile da parte della Corea del Nord

A intervenire anche il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti, Jack Sullivan, che dopo un confronto e con le autorità giapponesi e con quelle sudcoreane, ha fatto sapere tramite la sua portavoce, Adrienne Watson, che gli Stati Uniti manterranno l’impegno a difendere Giappone e Corea del Sud con una

“Risposta internazionale adeguata e solida”.

Successivamente al lancio del missile, il segretario di Stato Usa, Antony Blinken, ha tenuto colloqui telefonici con i ministri degli Esteri di Giappone e Corea del Sud, Yoshimasa Hayashi e Park Jim, ribadendo l’impegno degli Stati Uniti nel difendere i due Paesi alleati.

Dura risposta anche da parte dell’Europa. Il presidente del Consiglio Ue, Charles Michel, ha infatti dichiarato sul suo account Twitter che l’Europa

“Condanna fermamente il tentativo deliberato della Corea del Nord di mettere a repentaglio la sicurezza della regione”

LEGGI ANCHE

La Cina è preoccupata per le tensioni crescenti con la Corea del Nord

Kim Jong-un firma una legge per l’attacco nucleare preventivo

La Corea del Nord ha confermato la prima morte da Covid-19

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *