Moda

La sostenibilità di Prada diventa un accordo con UniCredit

Prada firma un accordo quinquennale con UniCredit con obbiettivi sulla sostenibilità per un importo complessivo di 90 milioni di euro

News Prada UniCredit. L’impegno sulla sostenibilità di Prada continua a vele spiegate. La nota maison italiana ha firmato un accordo con il gruppo bancario UniCredit per 90 milioni di euro.

Il prestito è legato a indicatori chiave di performance: la rigenerazione e riconversione degli scarti di produzione e la capacità di Prada di aumentare la quota di energia autoprodotta.

UniCredit Banca

Moda e sostenibilità. Prada in prima linea

Il commento di Alessandra Cozzani, chief financial officer di Prada. “La sostenibilità, come valore, è ormai universalmente riconosciuta e condivisa, anche dal settore finanziario. Per noi e per tutte le aziende, questo si traduce in uno stimolo importante per raggiungere obiettivi sempre più ambiziosi verso un’economia sostenibile. Siamo orgogliosi di essere tra i primi player del settore del lusso ad aver intrapreso questa strada; e di essere considerati oggi una controparte di riferimento nel settore “.

Il finanziamento è in realtà un bonus che consentirebbe alla griffe una riduzione del tasso di interesse al raggiungimento di obiettivi finalizzati alla sostenibilità ambientale.

Qual è l’obiettivo di Prada nel tema sostenibilità per l’accordo con UniCredit?

Il finanziamento dovrebbe interessare l’approvvigionamento di energia andando, dunque, ad intervenire alla realizzazione di impianti fotovoltaici, nei siti e le industrie del gruppo, con attenzione ai siti produttivi e logistici di Levanella, in Toscana.

Non solo. Da tempo, la griffe ha abbracciato la moda green con una produzione eco-sostenibile, rigenerando scarti di abbigliamento, pellame e calzatura e dando vita a nuovi capi e accessori.

Inoltre, Miuccia e Patrizio Bertelli, amministratore delegato del gruppo Prada, si sono impegnati a trasferire gli scarti di produzione a terzi, per la loro introduzione in altri cicli produttivi, attraverso la loro rigenerazione o conversione in fertilizzanti o energia.

UniCredit entra ufficialmente nel circolo della moda

La sostenibilità sta diventando un fattore competitivo chiave per le imprese in quanto informa sempre più le scelte di consumatori e investitori“. Ad affermarlo, Alfredo De Falco: responsabile del corporate and investment banking di UniCredit. “UniCredit è tra le prime banche in Europa per quanto riguarda le soluzioni di finanziamento legate ad obiettivi ESG, in grado di supportare efficacemente la trasformazione dei modelli di business delle aziende. Siamo quindi particolarmente lieti di supportare l’eccellenza del Made in Italy come Prada nel suo percorso verso un’economia sostenibile “.

 

Leggi anche

Gli ultimi aggiornamenti di Luna Rossa Prada 

Raf Simons in Prada 

Il Nylon di Prada 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.