Spettacolo

LA VITA DI ADÈLE: QUESTA SERA IN TV (18/01)

“La vita di Adèle” stasera alle 21.15 su TV8: ecco la nostra recensione

La vita di Adèle scorre tranquilla finché non incontra l’eccentrica Emma, studentessa di belle arti dai capelli azzurri, e ne diventa ossessionata, tanto da andarla a cercare in giro per locali. Quando finalmente riesce a trovarla, tra le due nasce una forte passione. Dopo alcuni anni di convivenza, l’avventura di Adèle con un collega, subito scoperta da Emma, pone fine alla loro relazione, già incrinata a causa di una diversa origine sociale e delle opposte ambizioni. 

Il registra Kechiche, la cui missione sembra quella di dire tutto sui suoi soggetti, esplora e viviseziona il rapporto tra le due ragazze andando ben oltre il tema del lesbismo. Difatti l’obiettivo, riuscito, è quello di raccontare le difficoltà di vivere le proprie aspirazioni ed ambizioni in un mondo che sembra condannare tutti alla solitudine (come nell’ultimissima scena del film) o all’egoismo.

Il film, suddiviso in due capitoli, attraverso la storia delle due giovani offre un quadro delle nostre quotidiane difficoltà e piccole miserie.

Il “capitolo 1” tratta della dimensione personale dell’incontro tra Adèle ed Emma e della loro relazione, culminando con una lunga scena di sesso, filmata con un’insistenza ai limiti del voyerismo. Il “capitolo 2”, invece, allarga l’analisi comprendendo un altro e fondamentale fattore: l’influenza che la dimensione culturale e di classe ha sulle vite delle due ragazze. Il rischio è quello della saturazione, di un’insistenza esasperata che sembra rispondere solo all’esigenza, da parte del regista, di dire e mostrare tutto. L’approfondimento è tuttavia necessario per una completa analisi introspettiva della grande diversità, e conseguente incompatibilità, di Adèle ed Emma.

“La vita di Adèle” ha conseguito la Palma d’Oro al Festival di Cannes, con esplicita menzione della motivazione da parte della giuria  presieduta da Steven Spielberg: l’interpretazione delle due attrici protagoniste è stata davvero eccezionale. Qualche polemica si è sollevata per l’insistenza nel mostrare scene di sesso in primissimo. Polemiche che, tuttavia, lasciano il tempo che trovano.

  • Regia: Abdellatif Kechiche
  • Anno di pubblicazione: 2013
  • Durata: 179′
  • Genere: drammatico, erotico
  • Titolo originale: LLa vie d’Adèle, chapitres 1 et 2
  • Cast: Léa Seydoux, Adèle Exarchopoulos, Salim Kechiouche, Mona Walravens, Jérémie Laheurte, Alma Jodorowski, Aurélien Recoing, Catherine Salée, Fanny Maurin
  • Nazione: Francia, Belgio, Spagna
  • Sceneggiatura: Abdellatif Kechiche, Ghalia Lacroix
  • Fotografia: Sofian El Fani
  • Produzione: Wild Bunch, Quat’sous Films, Alcatraz Films, Scope Pictures, Vertigo Films, France 2 Cinéma, RTBF
  • Colonna sonora: non disponibile
  • Costumi: non disponibile
  • Effetti: non disponibile
  • Editing: Camille Toubkis, Albertine Lastera, Jean-Marie Lengelle, Ghalya Lacroix, Sophie Brunet
  • Make Up: non disponibile

 

Stasera in tv anche Pretty Woman, alle 21.15 su rai 1.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo un’email a settimana con il meglio del nostro Magazine.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!