moda_ fendi omaggia karl lagerfeld alla mfw. fendi lagerfeld
Moda

L’ADDIO DI FENDI A KARL LAGERFELD ALLA MFW

Dal 1965, Karl Lagerfeld ha collaborato attivamente con la grande maison italiana di moda, da allora, nulla è stato più lo stesso: ecco come Fendi omaggia Karl Lagerfeld

Fendi e Karl Lagerfeld: un sodalizio che dura da 54 anni. Oggi, la maison di moda italiana lo ha omaggiato così.

L’omaggio di Fendi a Karl Lagerfeld

Su ogni sedia intorno alla catwalk dello spettacolo di Fendi è stata lasciata una piccola cartolina con la data del decesso di Karl Lagerfeld, da anni collaboratore fisso della maison romana e, dietro, un breve ma toccante messaggio da parte di Silvia Venturini Fendi:

Nella sua perenne ricerca della bellezza e dell’innovazione, l’impegno di Karl per il suo mestiere non è mai diminuito.
Il legame tra Karl Lagerfeld e Fendi è la storia d’amore più lunga della moda, che continuerà a toccare le nostre vite per gli anni a venire. Sono profondamente rattristata dalla sua scomparsa e profondamente toccata dalla sua costante cura e perseveranza fino alla fine. Quando lo abbiamo chiamato, solo pochi giorni prima dello spettacolo, i suoi pensieri erano solo sulla ricchezza e la bellezza della collezione. È una vera testimonianza del suo personaggio. Ci mancherà tanto.

La sfilata, chiaramente, era intrisa di rimandi al kaiser della moda: i capelli legati delle modelle, diversi tipi di rendigote, ampi e monumentali colletti bianchi inamidati mentre, sul pannello dietro la passerella, troneggiava un sobrio ma elegante “Love, KL”, con la scrittura tipica di Lagerfeld.

Anche il logo stampato sui tappeti della catwalk sembrava essere uscito dalla mano svelta e infallibile del kaiser.

Al termine della sfilata, una commossa Silvia Venturini Fendi ha fatto la sua apparizione per i tipici saluti finali e, subito dopo, è stato proiettato un video in cui veniva chiesto a Lagerfeld di disegnare l’outfit del suo primo giorno di lavoro a Fendi.

Un frame del video passato al termine della sfilata, in cui Lagerfeld ricrea il bozzetto dell’outfit del suo primo giorno da Fendi

L’ultima collezione di Lagerfeld

La sfilata si apre con un outfit che ricorda molto lo stile di Lagerfeld, ma sui toni dell’avorio e del beige. Un maxi fiocco al colletto della camicia bianca spunta dalla scollatura di una magnifica giacca doppiopetto: è l’apertura di un défilé chic e sobrio, ma al tempo stesso sporty e ricercato.

I fiocchi oversize diventano una delle cifre stilistiche della sfilata, ma applicati su cinture e portati dietro, sui cappotti e i trench che così acquistano un tocco in più e ammorbidiscono la loro struttura.

Lo stivale è alto, ma rigorosamente sotto il ginocchio, in diverse tinte.

Le gonne sono asimmetriche, morbide, plissettate, trasparenti senza mostrare un centimetro in più del consentito, longuette.

Fendi gioca con le consistenze diverse dei tessuti: agli abiti di vernice si alternano a quelli in leggerissimi chiffon e seta, indossati con accessori di pelle. Anche in questa sfilata è stato possibile vedere il modello di cappello british per eccellenza, il seerstalker, o cappello da caccia al cervo, in versione chic.

Diversi anche gli abiti con geometrie tagliate al laser, sempre nei toni caldi del marroncino, andando a schiarire sul beige e osando un po’ con le tinte aranciate.

LEGGI ANCHE:

EMPORIO ARMANI FW19 NEL LIMBO INFERNALE

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.