Moda

L’ANTICONVENZIONALE COLLEZIONE UOMO FALL/WINTER 2016 MOSCHINO

Allegato

Quando Jeremy Scott ha incontrato Gilbert & George nel loro studio a Londra per un tè, il designer ha espresso la sua totale ammirazione per la loro imponente raccolta di opere The Pictures, per come i vestiti sono raffigurati, per la loro abilità nel creare profondità e movimento nelle immagini bidimensionali dai colori saturi e per il loro talento nell’enfatizzare il lato più scuro delle ombre contrapponendolo a flash di luci. Come aggiungere questa bidimensionalità alla tridimensionalità degli abiti?

 G&G sono stati entusiasti di essere coinvolti in questo progetto dal direttore creativo di Moschino, a cui hanno aperto i loro archivi e permesso di utilizzare ogni elemento della loro arte: “Siamo lusingati che Jeremy ami le nostre opere tanto da volerle riprodurre persino sui pantaloni!”

 “Ci sono molti motivi per cui il lavoro di Gilbert & George si accomuna al mio: i colori saturi, gli slogan e la natura provocatoria di molti dei loro soggetti”, ha dichiarato il designer, e ha aggiunto “Sento non solo un legame visivo con la loro arte, ma anche un feeling emotivo, per cui sono onorato di trasferire la loro visione nella mia moda e creare un insieme delle due”.

 Il risultato? Cappotti e cardigan di maglia con stampe ispirate a The Pictures; giacche MA-1 con applicazioni raffiguranti volti di giovani uomini; frac e abiti maschili decorati con crocifissi che rimandando all’opera del 1982 YOUTH FAITH; bomber e abiti da uomo con stampe floreali ispirate ai muri dipinti della Tate Gallery; jacquards che rappresentano un’opera, che Scott ha scovato negli archivi del duo creativo, di G&G raffigurante un uomo con indosso una t-shirt Moschino con il simbolo della pace; un collage colorato di immagini astratte su cappotti di lan;, jeans e giacche M-65.

Sia gli artisti che il designer condividono la stessa idea anticonvenzionale- Gilbert & George sono famosi per prendere di mira le convenzioni borghesi della società, i loro temi cardine sono religione e omoerotismo- e punk e una proiezione futura di crossover del gender, concludendo che “Il mondo dovrebbe essere un’unica galleria d’arte” …con annessa passerella.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!