lebron james
sport

LeBron James compie 37 anni: il ritiro solo dopo un ultimo record

Oggi, 3o dicembre, sarà il 37° compleanno di LeBron James: ripercorriamo insieme la carriera e i record battuti dal giocatore dei Los Angeles Lakers

LBJ, LeBron James, compie 37 anni. Con la vittoria del titolo nel 2020, il classe 84′ (206 cm di altezza per 113 kg) è diventato uno dei tre cestisti della storia del campionato NBA a vincere il titolo con tre squadre diverse: Miami Heat, Cleveland Cavaliers e Los Angeles Lakers. Ha già vinto per 4 volte il premio di miglior giocatore dietro solo a Kareem Abdul-Jabbar (6), Bill Russell e Micheal Jordan (5). Adesso vuole conquistare il suo ultimo record e, solamente dopo, penserà al ritiro. Ripercorriamo insieme alcuni dei grandi numeri della sua carriera in NBA.

potrebbe interessarti: Come votare e scegliere le stelle NBA del prossimo All-Star Game?

La storia di LeBron James: una carriera da record

Tutto inizia con i Cleveland Cavaliers nella stagione 2003-2004: 79 partite con una media di 20.9 punti, 5.5 rimbalzi e 5 assist. Al suo primo anno vince l’NBA Rookie of the Year e diventa il giocatore più giovane ad aver segnato 40 punti in una partita. Nella stagione 2004-2005 è il più giovane giocatore della storia dell’NBA a realizzare una tripla doppia. L’anno successivo vince l’All-Star Game MVP Award.

Nella stagione 2006-2007 trascina i Cleveland Cavaliers in finale per la prima volta nella storia. Nel 2007-2008 conquista per la seconda volta l’All-Star Game MVP Award e vince il titolo come miglior realizzatore dell’NBA. L’anno dopo vince il premio di MVP della regular season e si piazza secondo al premio di Defensive Player of the Year entrando anche nell’All Defensive Team con la bellezza di 93 stoppate. Nella stagione 2009-2010 vince per la seconda volta consecutiva il titolo di MVP della regular season.

lebron james
LeBron James con la maglia di Cleveland
Il trasferimento di LeBron James ai Miami Heat

Nel 2010 si trasferisce alla franchigia dei Miami Heat. In quella stagione diventa il secondo giocatore della storia dell’NBA a realizzare una tripla doppia nell’All-Star Game. Il primo, neanche a dirlo, è Micheal Jordan. Nella stagione 2011-2012 raggiunge quota 3 nomine a MVP della stagione. Lo stesso anno vince per la prima volta in carriera il titolo NBA con la sua squadra. Nel 2013 è il più giovane cestista ad aver realizzato 5.000 assist e 20.000 punti in carriera. La stagione 2013-2014 è l’ultima stagione con i Miami Heat. Supera anche Micheal Jordan diventando il primo giocatore nella storia dei playoff NBA a mantenere una media di 25 punti a partita.

Nel 2014, LeBron James ritorna ai Cleveland Cavaliers e supera quota 24.000 punti finendo la stagione con 25.3 punti, 7.4 assist, 6 rimbalzi in media a partita. Dalla stagione successiva è il giocatore più pagato della storia dell’NBA firmando un contratto triennale da 100 milioni di dollari. Nella stagione 2016-2017 raggiunge per la settima volta la finale NBA continuando a battere record di punti e prestazioni che tuttavia non basteranno per vincere il titolo. I Cleveland Cavaliers la perderanno contro i Golden State. L’anno successivo raggiunge l’ottava finale consecutiva vincendo, inoltre, per la terza volta l’All-Star Game MVP Award e realizzando 30.000 punti in carriera.

LeBron James ai Lakers: la vittoria del titolo NBA 2020

Nella stagione 2018, King LeBron si trasferisce ai Los Angeles Lakers. Se alla sua prima stagione non riesce ad esprimersi al massimo delle sue potenzialità non accade lo stesso l’anno seguente. Infatti, nella stagione 2019-2020 vince il suo quarto titolo, il 17esimo per i Lakers e diventa il primo cestista della storia a conquistare l’MVP delle finali con tre squadre diverse. Inoltre, LeBron con il titolo conquistato con i Lakers è uno dei tre cestisti della storia del campionato NBA a vincere il titolo con tre squadre diverse.

A 37 anni LeBron James sembra avere il fisico di un giovane rookie. I 32 punti contro gli Houston Rockets gli sono serviti per battere un nuovo record: superati i 36.000 punti, un risultato che gli da il merito di essere uno dei tre realizzatori migliori della storia a portarsi oltre i 36.000 punti. LeBron James entrò in top 3 già qualche anno fa passando il compianto Kobe Bryant, il quale si fermò in terza posizione al momento del suo ritiro nel 2016 con 33.643 punti a referto. Adesso il prossimo ostacolo da abbattere sarà segnare altri 929 punti, quello che basterebbe per superare anche Karl Malone, attualmente “Il Postino” è secondo miglior realizzatore di sempre.

L’ultimo record da battere per LeBron James prima del ritiro

Numeri folli quelli registrati da LeBron James. L’ultimo record che “The Chosen One” vuole battere prima del ritiro è quello di diventare l’unico giocatore nella storia della NBA a giocare una stagione col proprio figlio, Bronny.

lebron james
LeBron James e suo figlio Bronny

 

LEGGI ANCHE:

LeBron James sul vaccino: “Ero scettico, ma ho deciso di farlo”;

Il nuovo record di Steph Curry: è il miglior tiratore da 3 punti della storia della NBA!

NBA, Kanter cambia nome e diventa americano: si chiamerà Enes Kanter Freedom

Se hai curiosità, consigli o vuoi saperne di più, contatta la nostra redazione: info@mam-e.it

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.